Antitetànico, siero. Significato del termine medico 'Antitetànico, siero' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Antitetànico, siero

Vedi antitetanica, vaccinazione.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'A'

  • Anossìa
  • Assenza o diminuzione di ossigeno a livello cellulare o tessutale. Per i tessuti degli organismi aerobi è tanto più pericolosa quanto meno sono in grado di svolgere reazioni metaboliche che non necessitino di ossigeno, cosa che può avvenire nel tessuto muscolare, ma molto meno nel tessuto nervoso, che risulta [...]
  • Antrotomìa
  • Intervento chirurgico per provocare lo svuotamento dell’empiema dell’antro [...]
  • Alimentazione
  • Indice:Fabbisogni alimentari:Le funzioni degli alimentiIl metabolismo alimentareLa corretta alimentazionefunzione fisiologica mediante la quale vengono assunti gli alimenti solidi e liquidi che servono per l’accrescimento e per reintegrare i tessuti e le riserve da cui si attinge l’energia necessaria per esplicare le attività vitali.Fabbisogni alimentari. Il fabbisogno alimentare varia da persona a persona; e per ogni persona anche da giorno a giorno: è in relazione all’attività fisica, all’ambiente (soprattutto alla sua temperatura), all’età, al sesso e alle condizioni fisiologiche. Per esempio, il fabbisogno alimentare di una persona che svolge un lavoro pesante diminuirà nei giorni di riposo; quello di un atleta sarà maggiore nei periodi di allenamento; quello di una persona in età senile sarà differente dal fabbisogno di un adolescente. Inoltre esistono differenze dovute all’individualità biologica personale: per esempio, nella digestione e nell’assorbimento degli alimenti, nel loro trasporto alle cellule, nell’eliminazione dei rifiuti.Le funzioni degli alimenti. Gli alimenti devono provvedere alla formazione delle cellule e dei tessuti durante la crescita e al rinnovo delle perdite a cui essi vanno incontro nel corso dei processi vitali; alla produzione dell’energia necessaria per la circolazione del sangue, per la respirazione, per la filtrazione renale, per le secrezioni delle ghiandole; alla produzione del calore necessario per mantenere la temperatura corporea costante a 37 °C; alla regolazione del normale svolgimento delle reazioni metaboliche che hanno luogo nelle cellule dell’organismo. Gli alimenti sono costituiti da micro- e macronutrienti. I micronutrienti comprendono le vitamine e i cosiddetti minerali essenziali; introdotti in piccole quantità, non vengono modificati dalla digestione né dall’assorbimento e sono indispensabili al regolare svolgimento dei processi vitali (per esempio, delle reazioni enzimatiche). I macronutrienti comprendono i carboidrati (zuccheri), i lipidi (grassi) e le proteine. Lipidi e carboidrati sono costituiti da tre soli elementi: carbonio, idrogeno e ossigeno; le proteine, invece, hanno nella loro molecola anche l’azoto.Il metabolismo alimentare. Le grandi molecole dei carboidrati, dei lipidi e delle proteine, introdotte nel tubo digerente, vengono scisse dai processi digestivi nei loro costituenti più semplici, che sono più solubili e più assimilabili. I carboidrati danno luogo al glucosio e ad altri monosaccaridi; i lipidi ad acidi grassi e al glicerolo; le proteine ad aminoacidi. Il glucosio e gli altri monosaccaridi, insieme agli acidi grassi, vengono poi “bruciati” per produrre energia, con la formazione finale di acqua e anidride carbonica; gli aminoacidi invece vengono utilizzati come “mattoni” per la costruzione di nuove proteine, che formano la struttura delle cellule e dei tessuti, o per la produzione di ormoni, enzimi, anticorpi (tutte sostanze proteiche). Solo in condizioni particolari, e cioè in mancanza di glucosio, monosaccaridi e acidi grassi, gli aminoacidi possono diventare sorgenti di energia. Dagli alimenti dunque, attraverso le demolizioni digestive e la successiva combustione delle sostanze elementari così ottenute, viene liberata energia, la quale è accumulata dall’organismo in composti detti appunto ricchi di energia, come l’ATP (adenosintrifosfato); oppure viene utilizzata per la formazione di nuove proteine, nuovi glicidi e nuovi lipidi. La quantità massima di energia utilizzabile contenuta negli alimenti può essere misurata con opportuni strumenti, e viene espressa in chilocalorie (kcal) [...]
  • Adipsìa
  • Disturbo che consiste nell’incapacità di provare [...]
  • Adinamìa
  • Perdita della forza muscolare, causata da un insufficiente apporto di ossigeno e di sostanze energetiche al muscolo, [...]
  • Adenoidectomìa
  • Intervento di asportazione della tonsilla faringea (adenoidi), spesso associato a tonsillectomia. È indicata in caso di iniziale compromissione [...]
  • Anticoagulanti
  • Farmaci che impediscono la coagulazione del sangue. I più importanti agiscono ostacolando l’azione della protrombina (eparina, eparinoidi); oppure interferendo con l’attività della vitamina K, indispensabile per la sintesi epatica della protrombina e degli altri fattori della coagulazione (derivati cumarinici e dell’indandione, noti anche come anticoagulanti orali). Questi farmaci sono usati soprattutto nelle malattie tromboemboliche e in particolare nell’infarto miocardico, nell’angina pectoris, nelle malattie cardioreumatiche e cerebrovascolari, nelle trombosi venose e nell’embolia polmonare, nei pazienti portatori di protesi valvolari cardiache e in genere nella profilassi delle malattie [...]
  • àtrio
  • (o orecchietta), cavità del cuore in cui affluisce il sangue rifluente dal grande circolo (àtrio di destra) o dal piccolo circolo (àtrio di sinistra). I due àtri normalmente sono separati tra loro dal setto interatriale, mentre possono comunicare con i rispettivi sottostanti ventricoli, attraverso la [...]
  • Anittèrico
  • Che non presenta ittero; si dice soprattutto di alcune [...]
  • Acarìasi
  • Malattia provocata da acari, parassiti che vivono o sulla superficie cutanea o all’interno dello strato corneo dell’ospite, sia animale (cavallo, pecora, capra, cane, gatto, gallina e coniglio), sia vegetale (in particolare, cereali e legumi). La [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?