Bartter, sindrome di. Significato del termine medico 'Bartter, sindrome di' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Bartter, sindrome di

Rara malattia metabolica che provoca alcalosi metabolica con ipopotassiemia. Nella forma classica compare nell’infanzia, talvolta associata a ritardo dello sviluppo psicofisico. Si può presentare nell’adulto in forma più leggera: il sintomo principale è costituito da crampi muscolari ricorrenti. Spesso la concentrazione di potassio è inferiore ai 3 mEq/litro. La causa sembra essere un difetto di riassorbimento di cloruro di sodio a livello del tratto ascendente dell’ansa di Henle. Va distinta dall’ipopotassiemia indotta dall’uso di diuretici.Rara malattia metabolica che provoca alcalosi metabolica con ipopotassiemia. Nella forma classica compare nell’infanzia, talvolta associata a ritardo dello sviluppo psicofisico. Si può presentare nell’adulto in



forma più leggera: il sintomo principale è costituito da crampi muscolari ricorrenti. Spesso la concentrazione di potassio è inferiore ai 3 mEq/litro. La causa sembra essere un difetto di riassorbimento di cloruro di sodio a livello del tratto ascendente dell’ansa di Henle. Va distinta dall’ipopotassiemia indotta dall’uso di diuretici.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'B'

  • Berilliosi
  • Malattia sistemica dovuta all’introduzione prolungata di berillio per via respiratoria, cutanea o digerente. Il berillio viene utilizzato per aumentare la resistenza di alcune leghe metalliche; fino al 1950 veniva impiegato nella preparazione di polveri fluorescenti [...]
  • Biochìmica
  • Branca della biologia che studia la composizione chimica e i processi chimici propri della materia vivente. La biochìmica quindi si occupa [...]
  • Broncospirometrìa
  • Esame della funzionalità respiratoria (spirometria) effettuato separatamente sui due polmoni [...]
  • Bario solfato
  • Sostanza chimica usata, in sospensione acquosa più o meno concentrata, come mezzo [...]
  • Brachialgìa
  • Dolore di tipo nevralgico, ossia localizzato lungo il tragitto di un nervo, a un braccio o [...]
  • Biliari, àcidi
  • Composti derivati dal colesterolo, prodotti dal fegato; costituiscono circa il 12% della bile. Gli àcidi biliari si dividono in primari, cioè formati direttamente dal fegato (acido colico e acido chenodesossicolico), e secondari (acido litocolico e acido desossicolico), formati nell’intestino a partire da quelli primari. Prima di essere secreti nella bile gli àcidi biliari vengono coniugati nel fegato con gli aminoacidi glicina e taurina, per formare i cosiddetti sali biliari. Dalla bile passano poi nell’intestino: la quota più importante viene assorbita nella parte terminale dell’intestino tenue (ileo distale). La porzione che non viene assorbita passa nel colon, dove la flora batterica metabolizza gli àcidi biliari primari e li trasforma in secondari: parte di questi viene riassorbita e portata al fegato tramite il sangue portale, dove si ha captazione e nuova [...]
  • Ballismo
  • Sindrome caratterizzata da movimenti involontari violenti, aritmici, afinalistici, soprattutto dei cingoli pelvico e scapolare e delle estremità degli arti superiori; i movimenti sono in genere unilaterali (emiballismo), raramente bilaterali. [...]
  • Bronzino
  • Termine generico che indica patologie caratterizzate da una colorazione brunastra dei tessuti. In [...]
  • Blefaroptosi
  • Affezione in cui una o entrambe le palpebre sono più basse del loro normale livello, per cui la rima palpebrale è ridotta o assente. La blefaroptosi congenita bilaterale è dovuta a paralisi permanente del muscolo elevatore della palpebra superiore; quella monolaterale deriva da una lesione intracranica dell’oculomotore o da trauma perinatale. Il trattamento è chirurgico, da effettuarsi [...]
  • Blefaroftalmìa
  • Infiammazione simultanea della congiuntiva [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?