Bartter, sindrome di. Significato del termine medico 'Bartter, sindrome di' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Bartter, sindrome di

Rara malattia metabolica che provoca alcalosi metabolica con ipopotassiemia. Nella forma classica compare nell’infanzia, talvolta associata a ritardo dello sviluppo psicofisico. Si può presentare nell’adulto in forma più leggera: il sintomo principale è costituito da crampi muscolari ricorrenti. Spesso la concentrazione di potassio è inferiore ai 3 mEq/litro. La causa sembra essere un difetto di riassorbimento di cloruro di sodio a livello del tratto ascendente dell’ansa di Henle. Va distinta dall’ipopotassiemia indotta dall’uso di diuretici.Rara malattia metabolica che provoca alcalosi metabolica con ipopotassiemia. Nella forma classica compare nell’infanzia, talvolta associata a ritardo dello sviluppo psicofisico. Si può presentare nell’adulto in



forma più leggera: il sintomo principale è costituito da crampi muscolari ricorrenti. Spesso la concentrazione di potassio è inferiore ai 3 mEq/litro. La causa sembra essere un difetto di riassorbimento di cloruro di sodio a livello del tratto ascendente dell’ansa di Henle. Va distinta dall’ipopotassiemia indotta dall’uso di diuretici.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'B'

  • Bioflavonòidi
  • Composti chimici vegetali come la rutina, la guercetina, l’esperidina, l’esculetina, formanti la [...]
  • Brìvido
  • Contrazione involontaria e ritmica dei muscoli striati, che produce un tremore incontrollabile, spesso accompagnato da sensazione di freddo e pallore della cute. Il brìvido rappresenta uno dei numerosi meccanismi attraverso i quali l’organismo riesce a mantenere costante la temperatura corporea, indipendentemente dalle condizioni esterne e da tutti i diversi fattori che tendono ad alterarla. In particolare il brìvido insorge in seguito a esposizione a una temperatura esterna [...]
  • Broca, àrea di
  • Area cerebrale che coincide con la circonvoluzione che occupa la parte inferiore e laterale del lobo frontale, e nella cui [...]
  • Bromatologìa
  • Branca della chimica che si occupa dell’analisi dei prodotti alimentari, per determinarne le caratteristiche organolettiche e chimico-fisiche. [...]
  • Balbuzie
  • Disturbo del linguaggio, che può comparire nell’infanzia (5% dei bambini in età scolare) ed evolvere successivamente sino all’età adulta. Si distinguono una forma clonica, caratterizzata dalla ripetizione dei fonemi, e una tonica, che si manifesta con un brusco arresto dell’emissione vocale, accompagnato da reazione emotiva più o meno intensa e da tentativi ripetuti per riprendere la parola. L’origine della balbuzie rimane sotto molti aspetti oscura. Per il trattamento vengono impiegate terapie rieducative: [...]
  • Blocco cardìaco
  • Indice:Tipi di blocco cardiacoDiagnosi e terapiacondizione patologica in cui la diffusione dell’eccitazione cardiaca nel sistema di conduzione del cuore subisce un’interruzione o un rallentamento (vedi anche aritmia).Tipi di blocco cardiacoNel blocco senoatriale l’impulso, normalmente generato dalle cellule del nodo senoatriale, non riesce a diffondersi alla muscolatura atriale. Le cellule dell’atrio sono però in grado di contrarsi spontaneamente, a una frequenza di 50-60 battiti al minuto, e di propagare lo stimolo al resto del muscolo cardiaco; il che determinerà bradicardia con sintomatologia scarsa (vertigini, ridotta tolleranza allo sforzo). Nel blocco atrioventricolare, invece, lo stimolo non supera l’atrio (blocco di III grado) oppure, nelle due forme dette di I e II grado, presenta un rallentamento rispettivamente costante o progressivo, fino a che si verifica una pausa nella contrazione dei ventricoli. Nel blocco di III grado tocca al nodo atrioventricolare generare l’impulso che viene condotto ai ventricoli con una frequenza di circa 50 battiti al minuto: il risultato sarà quindi una bradicardia più accentuata; qualora non subentri il nodo atrioventricolare, i ventricoli si contraggono secondo la propria intrinseca frequenza di scarica, intorno ai 30 battiti al [...]
  • Braccio
  • Segmento dell’arto superiore che va [...]
  • Bromelina
  • Farmaco derivato dall’ananas, usato per controllare i fenomeni infiammatori e gli edemi che si verificano dopo un trauma o un [...]
  • Bastoncelli retìnici
  • Elementi sensoriali della retina, di forma allungata, presenti in numero maggiore alla periferia della retina e deputati soprattutto alla visione crepuscolare o notturna. Contengono un pigmento, [...]
  • Betaterapìa
  • Terapia effettuata con raggi beta (Rß), ovvero con fasci di elettroni prodotti da acceleratori lineari. A causa [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?