Bleomicina. Significato del termine medico 'Bleomicina' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Bleomicina

Farmaco antibiotico antitumorale, che agisce grazie alla sua capacità di legame con il DNA, cui segue la rottura della molecola e quindi l’effetto tumoricida. Viene somministrata per via endovenosa o intramuscolare, prevalentemente in associazione ad altri farmaci antitumorali. Si è rivelata particolarmente efficace nella terapia dei linfomi, dei tumori del testicolo e, seppure in minore misura, dei carcinomi della testa e del collo. Come tutti gli antitumorali, può esercitare effetti collaterali, ma il fatto che essi siano diversi da quelli degli altri antitumorali ne ha favorito l’utilizzo nelle associazioni chemioterapiche (vedi anche chemioterapia oncologica): indurimenti e iperpigmentazione della cute, caduta dei capelli, rischio di fibrosi polmonare, che risulta strettamente correlato con la dose.Farmaco antibiotico antitumorale, che agisce grazie alla sua capacità di legame con il DNA, cui segue la rottura della molecola e quindi l’effetto tumoricida. Viene somministrata



per via endovenosa o intramuscolare, prevalentemente in associazione ad altri farmaci antitumorali. Si è rivelata particolarmente efficace nella terapia dei linfomi, dei tumori del testicolo e, seppure in minore misura, dei carcinomi della testa e del collo. Come tutti gli antitumorali, può esercitare effetti collaterali, ma il fatto che essi siano diversi da quelli degli altri antitumorali ne ha favorito l’utilizzo nelle associazioni chemioterapiche (vedi anche chemioterapia oncologica): indurimenti e iperpigmentazione della cute, caduta dei capelli, rischio di fibrosi polmonare, che risulta strettamente correlato con la dose.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'B'

  • Bromatologìa
  • Branca della chimica che si occupa dell’analisi dei prodotti alimentari, per determinarne le caratteristiche organolettiche e chimico-fisiche. [...]
  • Bile
  • Soluzione acquosa prodotta dalle cellule epatiche e dalle cellule dei canalicoli (duttuli) biliari, poi concentrata dalla colecisti. Il volume di bile prodotta quotidianamente varia da 500 a 1500 millilitri. La bile è composta da acqua, sali biliari, bilirubina coniugata, elettroliti, proteine, alcuni metalli (zinco, ferro e rame), colesterolo, fosfolipidi e muco. A digiuno la contrazione costante dello sfintere di Oddi impedisce che la bile epatica entri nel duodeno, e la fa defluire nella colecisti, dove viene concentrata fino a [...]
  • Bruxismo
  • Digrignamento dei denti durante il sonno o loro serramento durante la veglia. In forma modificata, appare come eccessiva tendenza a masticare (chewing-gum, caramelle ecc.) o a mordere la pipa. Lo sforzo sostenuto dalle gengive e dagli alveoli può determinare modificazioni irritative, [...]
  • Broncospirometrìa
  • Esame della funzionalità respiratoria (spirometria) effettuato separatamente sui due polmoni [...]
  • Bàttito
  • Pulsazione del cuore o di un’arteria. Un bàttito cardiaco ectopico è quello che si origina in punti diversi dal nodo senoatriale (aritmia). Il bàttito cardiaco fetale è la pulsazione del feto ascoltabile [...]
  • Bronchiolite
  • Processo infiammatorio che interessa elettivamente i bronchioli, cioè le diramazioni distali più piccole dell’albero tracheobronchiale. Colpisce generalmente i neonati, i bambini, gli anziani [...]
  • Ballottamento
  • Indice:gorgoglio che si può indurre comprimendo e rilasciando rapidamente la zona epigastrica. È indice di abbondante [...]
  • Bretilio
  • Farmaco antiaritmico usato (solo in ambiente ospedaliero) per via endovenosa. [...]
  • Bromuri
  • Sali di bromo, usati in terapia come antispastici (per esempio, [...]
  • Basalioma
  • Sinonimo di epitelioma [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?