Cheratosi. Significato del termine medico 'Cheratosi' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Cheratosi

Alterazione cutanea caratterizzata da ispessimento dello strato corneo dell’epidermide e localizzata specialmente sulle palme delle mani e sulle piante dei piedi; se il fenomeno è accentuato si parla di ipercheratosi. La cheratosi può essere circoscritta (callo) o diffusa; congenita (ittiosi) o acquisita, conseguente a malattie cutanee (psoriasi, eczema). La cheratosi può interessare anche le mucose, che si presentano ispessite e biancastre. La cheratosi attinica (o solare, senile) insorge soprattutto in anziani, ma può manifestarsi anche in soggetti più giovani che si espongono sistematicamente alle radiazioni solari (agricoltori, marinai). Si manifesta nelle zone scoperte (volto e arti superiori) con chiazze rotondeggianti, cheratosiche, dalla superficie secca, aderenti, di colorito grigiastro, a volte circondate da un alone eritematoso. Se la componente cheratosica è notevole si può avere la formazione di uno strato corneo cutaneo. L’evoluzione è lenta e la terapia si basa sull’asportazione chirurgica. La cheratosi pilare si manifesta nell’infanzia ed è caratterizzata da piccole rilevatezze dure in corrispondenza degli orifizi dei follicoli pilosebacei. La cute è di aspetto normale, anche se arida. La dermatosi si localizza alle superfici estensorie delle cosce e delle braccia: la palpazione di tali zone produce una caratteristica sensazione di raspa. Oltre alla terapia medica, la dermatosi trova giovamento nei bagni di mare e nell’elioterapia.Alterazione cutanea caratterizzata da ispessimento dello strato corneo dell’epidermide e localizzata specialmente sulle palme delle mani e sulle piante dei piedi; se il fenomeno è accentuato



si parla di ipercheratosi. La cheratosi può essere circoscritta (callo) o diffusa; congenita (ittiosi) o acquisita, conseguente a malattie cutanee (psoriasi, eczema). La cheratosi può interessare anche le mucose, che si presentano ispessite e biancastre. La cheratosi attinica (o solare, senile) insorge soprattutto in anziani, ma può manifestarsi anche in soggetti più giovani che si espongono sistematicamente alle radiazioni solari (agricoltori, marinai). Si manifesta nelle zone scoperte (volto e arti superiori) con chiazze rotondeggianti, cheratosiche, dalla superficie secca, aderenti, di colorito grigiastro, a volte circondate da un alone eritematoso. Se la componente cheratosica è notevole si può avere la formazione di uno strato corneo cutaneo. L’evoluzione è lenta e la terapia si basa sull’asportazione chirurgica. La cheratosi pilare si manifesta nell’infanzia ed è caratterizzata da piccole rilevatezze dure in corrispondenza degli orifizi dei follicoli pilosebacei. La cute è di aspetto normale, anche se arida. La dermatosi si localizza alle superfici estensorie delle cosce e delle braccia: la palpazione di tali zone produce una caratteristica sensazione di raspa. Oltre alla terapia medica, la dermatosi trova giovamento nei bagni di mare e nell’elioterapia.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'C'

  • Clorofenoli
  • Sostanze chimiche che si formano nei processi di depurazione chimica dell’acqua contenente cloro, conferendole un [...]
  • Canalizzazione intestinale
  • Stato di perfetta funzione del tubo digerente, per cui il cibo assunto dalla bocca può percorrere tutto l’apparato ed essere espulso con le feci senza incontrare ostacoli. Si tratta di un concetto opposto a quello di [...]
  • Cunnilinguo
  • Stimolazione orale dei genitali femminili [...]
  • Chinetosi
  • (o mal di mare, o mal d’auto), sofferenza provocata dai movimenti impressi passivamente al corpo da mezzi di trasporto (nave, auto, aereo ecc.), o da giostre, altalene ecc. Questi movimenti agiscono sull’organo vestibolare dell’orecchio interno, mettendo in funzione gli otoliti e stimolando le terminazioni del nervo vestibolare, che per via riflessa è deputato a mantenere l’equilibrio, informando la corteccia e il cervelletto circa le sensazioni di posizione del corpo. L’arco nervoso riflesso attraversa il bulbo, dove [...]
  • Collettori linfàtici
  • Vasi linfatici periferici, sia quelli che convogliano la linfa ai linfonodi, [...]
  • Cancro
  • Sinonimo di tumore maligno (vedi tumore), [...]
  • Coxalgìa
  • Termine generico che indica qualsiasi dolore localizzato all’articolazione coxofemorale [...]
  • Crioglobulina
  • Anticorpo di natura patologica che ha la capacità di precipitare quando il siero è posto a freddo (4 °C) e di ridisciogliersi a caldo. Le crioglobuline possono anche comportarsi come autoanticorpi diretti contro le immunoglobuline autologhe. Compaiono nel [...]
  • Capacità vitale
  • Il volume di aria che l’individuo può emettere con un’espirazione forzata dopo un’inspirazione massima. Capacità inspiratoria, capacità polmonare totale e [...]
  • Clima
  • Indice:La climatoterapiatermine che indica la media delle situazioni meteorologiche in una data regione e in un dato tempo. I fattori climatici esercitano influenze importanti sulla salute dell’uomo. Sono note da secoli, per esempio, l’azione antibatterica del sole e come la sua benefica influenza sull’assorbimento del calcio nelle ossa. Il clima, inteso come stato medio dell’atmosfera, può produrre sull’organismo umano effetti benefici o dannosi, a seconda dei casi. L’esposizione a un clima diverso da quello abituale produce nell’organismo un processo di adattamento al nuovo ambiente, detto acclimatazione, che riveste una notevole importanza e permette all’individuo di adattarsi a situazioni anche di estremo caldo o freddo (clima tropicale e polare); lo sforzo che l’organismo compie per l’acclimatazione può essere benefico, in alcuni casi, e venire sfruttato a scopi terapeutici. Oltre che per l’esposizione a fattori climatici estremi di caldo, freddo e umidità non compensati, il clima può indurre effetti dannosi sulla salute nel caso delle meteoropatie, manifestazioni morbose causate da brusche perturbazioni meteorologiche. Queste possono agire direttamente sull’organismo dando luogo, per esempio, alla sindrome da scirocco o alla sindrome del periodo temporalesco; oppure agiscono aggravando o riacutizzando malattie in atto: scatenamento [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?