Congelamento. Significato del termine medico 'Congelamento' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Congelamento

Lesione provocata dal freddo su singole parti del corpo; si distingue dall’ipotermia, che comporta un danno generale all’organismo, anche se spesso si accompagna a essa. Il meccanismo con cui l’esposizione al freddo (perfrigerazione) danneggia i tessuti è essenzialmente di carattere circolatorio: il freddo induce infatti una vasocostrizione che riduce l’irrorazione sanguigna dei tessuti. Se l’esposizione al freddo è breve, la vasocostrizione cessa e si instaura una vasodilatazione, con caratteristico senso di formicolio e talvolta di spasmo doloroso. Se invece la perfrigerazione è prolungata l’ischemia provoca degenerazione progressiva dei tessuti fino a, nei casi più gravi, necrosi e gangrena, che possono lasciare cicatrici o rendere necessarie amputazioni. Il congelamento colpisce le parti più esposte al freddo (dita delle mani e dei piedi, naso, guance, orecchie) e viene favorito dall’umidità, dall’esposizione al vento, da indumenti troppo stretti che ostacolino la circolazione. Le lesioni da congelamento sono assai simili a quelle da ustioni, e come queste si distinguono in gradi. Per il primo soccorso è utile iniziare il movimento passivo e quindi attivo degli arti e frizionare delicatamente la parte interessata. Lesione provocata dal freddo su singole parti del corpo; si distingue dall’ipotermia, che comporta un danno generale all’organismo, anche se spesso si accompagna a essa. Il



meccanismo con cui l’esposizione al freddo (perfrigerazione) danneggia i tessuti è essenzialmente di carattere circolatorio: il freddo induce infatti una vasocostrizione che riduce l’irrorazione sanguigna dei tessuti. Se l’esposizione al freddo è breve, la vasocostrizione cessa e si instaura una vasodilatazione, con caratteristico senso di formicolio e talvolta di spasmo doloroso. Se invece la perfrigerazione è prolungata l’ischemia provoca degenerazione progressiva dei tessuti fino a, nei casi più gravi, necrosi e gangrena, che possono lasciare cicatrici o rendere necessarie amputazioni. Il congelamento colpisce le parti più esposte al freddo (dita delle mani e dei piedi, naso, guance, orecchie) e viene favorito dall’umidità, dall’esposizione al vento, da indumenti troppo stretti che ostacolino la circolazione. Le lesioni da congelamento sono assai simili a quelle da ustioni, e come queste si distinguono in gradi. Per il primo soccorso è utile iniziare il movimento passivo e quindi attivo degli arti e frizionare delicatamente la parte interessata.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'C'

  • Crenoterapìa
  • Terapia a base di [...]
  • Còlica biliare
  • Accesso di dolore, a insorgenza brusca o graduale, ben localizzato al quadrante superiore destro dell’addome: spesso si associano dolore alla base dello sterno e dolore irradiato posteriormente fino all’angolo della scapola destra o fino alla spalla. Il dolore raggiunge una forte intensità, che si mantiene con lievi fluttuazioni. Frequentemente si accompagnano nausea, vomito e flatulenza, con modesto aumento della temperatura. Se è presente brivido, in genere coesiste una colangite; se si manifesta ittero, la causa [...]
  • Catena degli ossicini
  • Gruppo di tre piccole ossa che, nell’orecchio medio, sono tese in successione [...]
  • Carbenicillina
  • Farmaco antibiotico derivato della penicillina, con lo stesso spettro dell’ampicillina. Si somministra in genere per via parenterale. A dosaggi elevati può provocare aumento del tasso di sodio e diminuzione di quello [...]
  • Circonduzione
  • Movimento complesso che coinvolge diversi gruppi muscolari per ottenere la rotazione [...]
  • Collasso
  • (o collabimento), afflosciamento delle pareti di un organo cavo [...]
  • Condotto
  • Canale tubolare, di varia dimensione, forma e struttura (fibrocartilagineo, membranoso ecc.), entro cui [...]
  • Colèdoco
  • Canale escretore della bile che origina dalla confluenza del condotto epatico con quello cistico. È lungo 6-8 cm, largo 4-5 [...]
  • Colestiramina
  • Farmaco che si combina con il colesterolo degli acidi biliari nell’intestino formando un composto insolubile escreto nelle feci. Indicato nella ipercolesterolemia [...]
  • Catabolismo
  • Fase del metabolismo, nell’ambito della quale si attua la demolizione delle sostanze introdotte [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?