Cordone spermàtico. Significato del termine medico 'Cordone spermàtico' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Cordone spermàtico

Complessa struttura anatomica che dalla regione addominale raggiunge il testicolo, attraverso il canale inguinale; in esso scorrono il canale deferente, vasi sanguigni, vasi linfatici e nervi.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'C'

  • Collasso
  • (o collabimento), afflosciamento delle pareti di un organo cavo [...]
  • Càpsula interna
  • Struttura cerebrale a forma di lamina ricurva, situata tra il talamo e il nucleo caudato medialmente e il nucleo lenticolare lateralmente. In essa decorrono le fibre che originano [...]
  • Chilocalorìa
  • (kcal), multiplo della caloria corrispondente [...]
  • Cefalotina
  • Farmaco antibiotico appartenente alle cefalosporine ad ampio spettro. È usato allo [...]
  • Cànapa indiana
  • (Cannabis sativa, var. indica), pianta le cui foglie e infiorescenze femminili contengono resine ricche di principi attivi, detti cannabinoli, che esplicano un’azione stupefacente. La preparazione della droga consiste nel seccare le foglie e i fiori (marijuana) o nell’estrarre le resine (hashish). Sia la marijuana sia l’hashish vengono di solito assunti per inalazione, mescolati a tabacco; assunti per via orale, producono i medesimi effetti, ma ritardati e più difficilmente graduabili e prevedibili. Gli effetti si manifestano pochi minuti dopo l’inizio dell’inalazione, con sensazione di benessere e rilassamento, aumento delle capacità di comunicazione, disinibizione, euforia; sono legati alla predisposizione individuale e alla situazione ambientale, oltre che alla dose di sostanza attiva: quindi sono molto variabili. Una comune dose non dà complicazioni e gli effetti si esauriscono entro un’ora. Per dosi molto [...]
  • Cerotto
  • Nastro di carta, tessuto o plastica, con una faccia adesiva, per fermare garze o bende da medicazione. Ne esistono di varie dimensioni, anche pretagliati in confezioni singole, con garza incorporata, per la protezione delle ferite dagli agenti [...]
  • Capillarite
  • Infiammazione dei [...]
  • Convulsioni febbrili
  • (o iperpiretiche), crisi convulsive generalizzate, con durata massima di 10-15 minuti, che si verificano nel corso di un accesso febbrile (temperatura superiore a 38 °C), durante la fase d’aumento rapido della temperatura, indipendentemente da malattie neurologiche attuali o precedenti. Sono caratteristiche della prima-seconda infanzia (6 mesi-6 anni): il 3-5% dei bambini di questa età hanno convulsioni febbrili e il periodo di maggiore incidenza è intorno al secondo anno. Spesso nelle famiglie di questi bambini vi è un parente che ha avuto convulsioni febbrili durante l’infanzia. Durante la crisi il bambino presenta clonie (scosse), può diventare rigido oppure atonico (molle) e perdere conoscenza. La diagnosi viene formulata in base alla sintomatologia e all’elettroencefalogramma, che al difuori della crisi (fase intercritica) è normale. Le convulsioni febbrili possono ripetersi col ripetersi degli episodi febbrili, [...]
  • Corpo striato
  • Formazione di sostanza grigia del cervello, posta a lato del talamo, costituita da [...]
  • Càrico, prova da
  • Procedimento volto a determinare la funzionalità di un organo, che si esegue somministrando una sostanza e osservando come l’organo [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?