Dimagramento. Significato del termine medico 'Dimagramento' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Dimagramento

Diminuzione di peso corporeo in seguito a riduzione dei depositi di grasso nell’organismo. Il dimagramento può essere causato da una malattia oppure da una dieta ipocalorica appositamente studiata per ridurre il peso corporeo in eccesso. Le principali cause di dimagramento patologico sono le malattie acute febbrili, le affezioni batteriche, in particolare la tubercolosi, le parassitosi, i malassorbimenti, le affezioni cardiache. Tra le cause di gravi dimagramento vanno infine ricordate le forme tumorali maligne, le forme psichiatriche di tipo anoressico, gravi malattie endocrine come il diabete e l’ipertiroidismo e non ultima l’ipoalimentazione. Con opportuni regimi ipocalorici (vedi diete dimagranti) si può ottenere un dimagramento progressivo e controllato finalizzato allo scopo di eliminare un sovrappeso corporeo.Diminuzione di peso corporeo in seguito a riduzione dei depositi di grasso nell’organismo. Il dimagramento può essere causato da una malattia oppure da una dieta ipocalorica



appositamente studiata per ridurre il peso corporeo in eccesso. Le principali cause di dimagramento patologico sono le malattie acute febbrili, le affezioni batteriche, in particolare la tubercolosi, le parassitosi, i malassorbimenti, le affezioni cardiache. Tra le cause di gravi dimagramento vanno infine ricordate le forme tumorali maligne, le forme psichiatriche di tipo anoressico, gravi malattie endocrine come il diabete e l’ipertiroidismo e non ultima l’ipoalimentazione. Con opportuni regimi ipocalorici (vedi diete dimagranti) si può ottenere un dimagramento progressivo e controllato finalizzato allo scopo di eliminare un sovrappeso corporeo.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'D'

  • Disturbo bipolare I
  • Nella classificazione DSM-IV definisce un paziente affetto da episodi maniacali conclamati, con turbe [...]
  • Dinamizzazione
  • Procedimento seguito nelle preparazioni omeopatiche consistente nel compiere dopo ogni operazione di diluizione un numero preciso di succussioni (cioè di agitazioni). [...]
  • Dermatite polimorfa dolorosa
  • Sinonimo di Duhring, [...]
  • Depilatori
  • Sostanze o preparati usati per eliminare i peli da viso, ascelle o gambe. Si tratta in genere di sostanze cheratolitiche o caustiche, che distruggono lo stelo pilifero. Sono generalmente sotto forma di crema, spray o schiuma. La pelle non deve essere lavata prima dell’applicazione, per non eliminare il sebo presente, che agisce da schermo protettivo contro l’azione irritante. Non debbono essere usati su pelle infiammata o con graffi o piccole ferite, [...]
  • Daltonismo
  • Anomalia congenita della vista, che non permette di percepire i colori rosso (protanopia) e verde (deuteranopia); l’incapacità di distinguere i colori in generale è [...]
  • Dìploe
  • Tessuto osseo spugnoso e ben vascolarizzato, che, nelle ossa del cranio, cui garantisce particolare [...]
  • Diabete insìpido
  • Indice:Sintomi e terapiamalattia caratterizzata da emissione di grandi quantità di urina (poliuria) molto diluita e quindi a basso peso specifico in seguito a diminuito assorbimento di acqua da parte dei tubuli renali. Il diabete insìpido può essere causato da una insufficiente produzione di vasopressina per una malattia dell’ipotalamo o dell’ipofisi posteriore (traumi cranici, tumori, sarcoidosi, emocromatosi, alterazione dei vasi della regione, irradiazione locale) o da una anomalia congenita dei tubuli renali, che sono insensibili all’azione della vasopressina. Nel primo caso si parla di diabete insìpido ipotalamico, nel secondo di diabete insìpido nefrogeno.Sintomi e terapiaIl sintomo principale è la poliuria che può essere molto variabile, dai 3 ai 10 litri di urina al giorno; ciò comporta sete intensa (per stimolazione dei centri della sete) e quindi necessità di bere in continuazione (polidipsia) per compensare le perdite urinarie; difficilmente si giunge alla disidratazione, se non quando, in seguito a traumi cranici, si [...]
  • Digitàlici
  • Farmaci cardiocinetici, usati nella terapia dello scompenso cardiaco acuto o cronico e delle aritmie sopraventricolari (escluse le forme instauratesi a seguito di preeccitazione). I più noti sono la digossina e i suoi derivati (alfagossina, beta-acetildigossina, beta-metildigossina), il deslanoside, la digitossina, l’acetildigitossina e lo strofanto. Chimicamente sono glucosidi e si trovano nelle foglie e nei semi di alcune piante erbacee (digitale lanata, digitale purpurea, strofanto ecc.). La loro azione principale consiste nel far aumentare la forza e la velocità di contrazione delle [...]
  • Drusen
  • Deposito retinico di materiale prevalentemente lipidico con scarsa componente infiammatoria. È considerato uno [...]
  • Desferriossamina
  • Composto che ha la proprietà di sottrarre ferro ai vari composti naturali ferroproteici quali la ferrina, la transferrina, l’emosiderina. Per tali proprietà la desferriossamina è usata nella terapia degli avvelenamenti e delle malattie da [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?