Disinserzione retìnica. Significato del termine medico 'Disinserzione retìnica' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Disinserzione retìnica

Distacco totale o parziale della periferia retinica, a livello dell’ora serrata, cioè della zona più sottile della retina. È uno dei tipi di rottura della retina (vedi retina, distacco della).(vedi retina, distacco della).

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'D'

  • Demineralizzazione dentale
  • Processo di dissoluzione dell’apatite (fosfato di calcio contenente fluoro e cloro) presente nello smalto del dente (decalcificazione). Può essere associata a diverse [...]
  • Dercum, morbo di
  • Sinonimo di [...]
  • Distrofìa
  • Alterazione patologica delle condizioni di nutrizione di tessuti o [...]
  • Dentifricio
  • Preparato che si usa per la pulizia dei denti e della bocca. Può essere semplice o medicato, quest’ultimo con sostanze disinfettanti, antibatteriche e anticarie. I dentifrici sono preparati sotto forma di paste, di polvere o di soluzioni liquide. Normali costituenti sono: saponi, spesso sostituiti dai detergenti cationici, che [...]
  • Durone
  • Sinonimo di callo [...]
  • Depurativo
  • Farmaco, dieta o metodica utilizzata per aiutare l’organismo a espellere principi nocivi o impurità metaboliche per mezzo degli organi emuntori. Le medicine naturali, [...]
  • Day hospital
  • (in inglese, ospedale diurno), espressione con cui si definisce una particolare forma di assistenza medica ospedaliera, nella quale le prestazioni diagnostiche e terapeutiche vengono fornite durante le ore diurne e al termine delle procedure il paziente può tornare a casa. Viene adottato per indagini cliniche o trattamenti terapeutici [...]
  • Diarrea
  • Disturbo della defecazione caratterizzato dall’evacuazione di un maggior volume di feci a consistenza ridotta, più volte al giorno e talora anche durante la notte. La diarrea può essere di tipo secretorio, per aumento patologico della secrezione di succhi digestivi o ridotto assorbimento di sostanze nell’intestino; di tipo essudativo, per infiammazione dell’intestino, con comparsa nelle feci di muco, pus e spesso di sangue; osmotica, per la presenza di sostanze non assorbibili nell’intestino, con richiamo d’acqua che poi passa nelle feci; da alterazioni anatomiche intestinali: per interventi chirurgici con asportazione di tratti di tubo digerente, o per malattie croniche che determinano una riduzione della superficie assorbente intestinale (tipicamente il morbo celiaco e il morbo di Crohn); da disturbi della peristalsi, come accade nell’ipertiroidismo, nella sindrome da carcinoide e nella sindrome del colon irritabile, quadri in cui il tempo impiegato dal cibo per essere eliminato con le feci risulta assai ridotto. Le [...]
  • Disartrìa
  • Disturbo dell’articolazione della parola, che risulta lenta e scandita. Dipende da lesioni delle vie nervose che [...]
  • Discopatìa
  • Alterazione patologica del disco intervertebrale: può essere di tipo meccanico (vedi ernia del disco), degenerativo (discartrosi) o infiammatorio. Le lesioni infiammatorie sono per lo più infettive (da stafilococco, da bacillo di Koch), [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?