Disintossicazione. Significato del termine medico 'Disintossicazione' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Disintossicazione

(o detossicazione), processo di inattivazione di sostanze pericolose nell’organismo (sia prodotte dall’organismo stesso, sia introdotte dall’esterno). I processi di disintossicazione fisiologici si fondano sull’intervento di speciali sistemi enzimatici localizzati soprattutto nel fegato, nel rene e nel polmone. La funzione disintossicante è una delle più importanti funzioni biologiche svolte dal fegato: si esplica attraverso complesse attività chimiche, che possono sia modificare le varie sostanze originali (mediante processi di ossidazione, riduzione, idrolisi), sia legarle ad altre sostanze che fungono da trasportatori (processi di coniugazione con acido glucuronico, glutatione, aminoacidi). Così trasformate, numerose sostanze di per sé dannose possono essere più facilmente eliminate, o dalla bile o da altri organi (per esempio, il rene). Questi stessi processi biochimici sono utilizzati anche per metabolizzare molti farmaci. Tra le reazioni non sintetiche si annoverano l’ossidazione, la riduzione, l’idrolisi; tra le reazioni di sintesi o di coniugazione si annoverano la glucuronazione, la coniugazione con aminoacidi (per esempio, glutamina e glicina), l’acetilazione, la coniugazione con solfati (solfatazione) e con gruppi metilici (metilazione). Per la disintossicazione da farmaci e stupefacenti si vedano disassuefazione e tossicodipendenza.(o detossicazione), processo di inattivazione di sostanze pericolose nell’organismo (sia prodotte dall’organismo stesso, sia introdotte dall’esterno). I processi di disintossicazione fisiologici si fondano sull’intervento di speciali



sistemi enzimatici localizzati soprattutto nel fegato, nel rene e nel polmone. La funzione disintossicante è una delle più importanti funzioni biologiche svolte dal fegato: si esplica attraverso complesse attività chimiche, che possono sia modificare le varie sostanze originali (mediante processi di ossidazione, riduzione, idrolisi), sia legarle ad altre sostanze che fungono da trasportatori (processi di coniugazione con acido glucuronico, glutatione, aminoacidi). Così trasformate, numerose sostanze di per sé dannose possono essere più facilmente eliminate, o dalla bile o da altri organi (per esempio, il rene). Questi stessi processi biochimici sono utilizzati anche per metabolizzare molti farmaci. Tra le reazioni non sintetiche si annoverano l’ossidazione, la riduzione, l’idrolisi; tra le reazioni di sintesi o di coniugazione si annoverano la glucuronazione, la coniugazione con aminoacidi (per esempio, glutamina e glicina), l’acetilazione, la coniugazione con solfati (solfatazione) e con gruppi metilici (metilazione). Per la disintossicazione da farmaci e stupefacenti si vedano disassuefazione e tossicodipendenza.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'D'

  • Dermoprotettivi
  • Cosmetici contenenti sostanze con azione protettiva della pelle, usati per prevenire alterazioni [...]
  • Desossicorticosterone
  • (o DOC), ormone corticosteroide ad azione mineraloattiva, prodotto dalle cellule della corteccia surrenale. In condizioni fisiologiche la sua azione biologica è di [...]
  • Demenza presenile
  • Stato di deterioramento mentale che insorge prima dei 65 anni di età. Si manifesta con forme piuttosto rare; le principali sono la malattia di Alzheimer-Perusini e la malattia di Pick, che colpiscono prevalentemente le donne. La malattia di Alzheimer-Perusini è la più frequente; compare in genere tra i 45 e i 65 anni, con turbe della memoria e disorientamento, soprattutto spaziale, a cui seguono l’alterazione delle funzioni simboliche [...]
  • Dismenorrèa
  • Mestruazione dolorosa. I dolori, sordi o brucianti, si manifestano a livello pelvico o lombosacrale e possono essere accompagnati da cefalea e nausea. Si distinguono una dismenorrèa primaria e una dismenorrèa secondaria. La dismenorrèa primaria è tipica della [...]
  • Diarrea del viaggiatore
  • Disturbo che colpisce circa un terzo delle persone che si recano in paesi dove le condizioni igienico-sanitarie possono essere precarie, e aggravate dal clima. La causa è il più delle volte l’assunzione di cibi o liquidi contaminati da microrganismi (più di frequente batteri, soprattutto ceppi enterotossigeni di Escherichia coli, ma anche virus e protozoi parassiti). I sintomi compaiono improvvisamente con diarrea, crampi addominali, nausea e spesso febbricola. La guarigione avviene mediamente in [...]
  • DNA ricombinante
  • Tecnica d’ingegneria genetica che permette di trasferire frammenti di DNA da una cellula a un’altra indipendentemente dal grado di [...]
  • Desquamazione
  • Eliminazione di piccole squame cornee dallo strato superficiale dell’epidermide, fisiologicamente in continuo rinnovamento. In casi patologici la desquamazione può assumere proporzioni tali da rendersi visibile. Può rappresentare una fase nel processo riparativo [...]
  • Distonìa neurovegetativa
  • Alterazione dell’equilibrio fra il tono simpatico e il tono parasimpatico, con prevalenza del primo (simpaticotonia) o del secondo (vagotonia). I disturbi funzionali che [...]
  • Dantrolene
  • Farmaco miorilassante che agisce sulla muscolatura scheletrica prevenendo la liberazione di ioni calcio dal reticolo sarcoplasmatico. Ha anche azione centrale, che si manifesta con sonnolenza, capogiro, astenia. È indicato nel trattamento della spasticità conseguente a lesioni del sistema nervoso centrale. È epatotossico. Evitare alcolici e farmaci [...]
  • Depurativo
  • Farmaco, dieta o metodica utilizzata per aiutare l’organismo a espellere principi nocivi o impurità metaboliche per mezzo degli organi emuntori. Le medicine naturali, [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?