Doppio legame. Significato del termine medico 'Doppio legame' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Doppio legame

In psichiatria, espressione che indica una modalità disturbata di relazione interpersonale, in cui le comunicazioni verbali sono contraddette dalle comunicazioni affettive non verbali; secondo la scuola sistemica, una relazione tra genitori e bambino eccessivamente caratterizzata dal doppio legame sarebbe peculiare della schizofrenia.sistemica, una relazione tra genitori e bambino eccessivamente caratterizzata dal doppio legame sarebbe peculiare della schizofrenia.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'D'

  • Deodorante
  • Preparato impiegato per prevenire o eliminare i cattivi odori dovuti alla macerazione cutanea e alla decomposizione, per opera di batteri, dei costituenti organici del sudore. Può agire direttamente sulle ghiandole sudoripare, limitando [...]
  • Diazòssido
  • Farmaco antipertensivo che agisce direttamente sui vasi precapillari, riducendo la resistenza al flusso sanguigno. Ciò determina l’abbassamento della pressione [...]
  • Dolore, terapìa del
  • Indice:La terapia del dolore cronicoLa terapia farmacologicaAltre forme di terapia(o terapia antalgica), insieme di terapie, farmacologiche, chirurgiche, o basate su particolari metodi (psicoterapia, ipnosi, elettrostimolazione ecc.), volte ad alleviare le manifestazioni dolorose di maggior intensità e rilevanza clinica. In caso di dolore acuto la terapia antalgica è tale da interferire con le normali funzioni fisiologiche o da esporre il paziente a pericolose complicazioni, come nel caso dei soggetti sottoposti a recente intervento chirugico o in pazienti vittime di traumi toraco-addominali, nei quali la funzione respiratoria è seriamente compromessa dalla reazione antidolorifica.La terapia del dolore cronicoIl trattamento del dolore cronico si pone in atto soprattutto nei pazienti affetti da tumori maligni giunti a uno stadio particolarmente avanzato. In queste condizioni, il dolore continuo e intrattabile perde ogni significato finalistico di segnale d’allarme per l’organismo, per tramutarsi in una situazione estremamente penosa, sovente intollerabile da parte del soggetto. Se si considera che le moderne terapie oncologiche hanno permesso di allungare la sopravvivenza dei malati di tumore, si comprende facilmente come il problema di un efficace controllo delle manifestazioni dolorose assuma un’importanza molto grande, sia sotto il profilo qualitativo (per assicurare a questi pazienti condizioni di vita più accettabili), sia sotto quello quantitativo, dato che il numero dei soggetti che arrivano a trovarsi in queste condizioni è in costante aumento.La terapia farmacologicaLa terapia farmacologica rappresenta il cardine del trattamento antalgico; in generale, lo schema di terapia prevede una sequenza d’intervento articolata in ordine di crescente attività analgesica. Nella prima fase si impiegano farmaci antidolorifici non [...]
  • Dercum, morbo di
  • Sinonimo di [...]
  • Disuria
  • Difficoltà nell’urinare, saltuaria o continua; in alcuni casi interessa solo la fase iniziale della minzione. Il getto può richiedere uno sforzo eccessivo, essere modificato nel [...]
  • Diploacusìa
  • Alterazione della percezione dei suoni per cui un suono puro, o un complesso di suoni, [...]
  • Displasìa ectodèrmica
  • (o sindrome di Capdepont), malattia dei bambini caratterizzata da ipotricosi, con capelli radi e secchi, mancato o ridotto sviluppo dei denti, ridotta o assente sudorazione, [...]
  • DOC
  • Sigla di [...]
  • Desquamazione
  • Eliminazione di piccole squame cornee dallo strato superficiale dell’epidermide, fisiologicamente in continuo rinnovamento. In casi patologici la desquamazione può assumere proporzioni tali da rendersi visibile. Può rappresentare una fase nel processo riparativo [...]
  • Disco intervertebrale
  • Struttura fibrocartilaginea a forma di disco interposta tra i corpi vertebrali di due vertebre contigue. È formato da un anello fibroso (anulus fibrosus) periferico, consistente ed elastico, e da un nucleo polposo centrale, costituito da una massa gelatinosa sferoidale. La funzione di [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?