Dubin-Johnson, sìndrome di. Significato del termine medico 'Dubin-Johnson, sìndrome di' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Dubin-Johnson, sìndrome di

Patologia che rientra nelle iperbilirubinemie di tipo coniugato. È ereditaria, benigna, causata da un difetto sconosciuto nella secrezione biliare della bilirubina coniugata. Presenta ittero con bilirubinemia coniugata compresa fra 5 e 15 mg per 100 ml. È asintomatica o accompagnata da vaghi sintomi gastrointestinali: talora il fegato è ingrossato con lieve dolenzia. Il fegato presenta deposizione di un pigmento scuro. I contraccettivi orali possono rendere evidente la malattia fino ad allora non riconosciuta. La prognosi è benigna.Patologia che rientra nelle iperbilirubinemie di tipo coniugato. È ereditaria, benigna, causata da un difetto sconosciuto nella secrezione biliare della bilirubina coniugata. Presenta ittero con bilirubinemia



coniugata compresa fra 5 e 15 mg per 100 ml. È asintomatica o accompagnata da vaghi sintomi gastrointestinali: talora il fegato è ingrossato con lieve dolenzia. Il fegato presenta deposizione di un pigmento scuro. I contraccettivi orali possono rendere evidente la malattia fino ad allora non riconosciuta. La prognosi è benigna.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'D'

  • Deformità
  • Condizione di alterazione della morfologia o della struttura di una parte [...]
  • Dislessia
  • Detta anche legastenia, è una difficoltà di apprendimento della lettura che si manifesta con vari sintomi fra cui inversione di lettere (“la anziché “al”) e scambio di lettere simmetriche (“p” anziché “q”). Quando è legata a fattori [...]
  • Destrosio
  • Altro termine con cui viene [...]
  • Disendocrinìa
  • Termine in disuso che indicava qualsiasi alterazione [...]
  • Diphyllobòthrium latum
  • Verme cestode, nastriforme, lungo anche 10-15 [...]
  • Diabete insìpido
  • Indice:Sintomi e terapiamalattia caratterizzata da emissione di grandi quantità di urina (poliuria) molto diluita e quindi a basso peso specifico in seguito a diminuito assorbimento di acqua da parte dei tubuli renali. Il diabete insìpido può essere causato da una insufficiente produzione di vasopressina per una malattia dell’ipotalamo o dell’ipofisi posteriore (traumi cranici, tumori, sarcoidosi, emocromatosi, alterazione dei vasi della regione, irradiazione locale) o da una anomalia congenita dei tubuli renali, che sono insensibili all’azione della vasopressina. Nel primo caso si parla di diabete insìpido ipotalamico, nel secondo di diabete insìpido nefrogeno.Sintomi e terapiaIl sintomo principale è la poliuria che può essere molto variabile, dai 3 ai 10 litri di urina al giorno; ciò comporta sete intensa (per stimolazione dei centri della sete) e quindi necessità di bere in continuazione (polidipsia) per compensare le perdite urinarie; difficilmente si giunge alla disidratazione, se non quando, in seguito a traumi cranici, si [...]
  • Defibrillazione
  • Soppressione mediante applicazione di corrente elettrica di una fibrillazione atriale o ventricolare. È una manovra d’emergenza da eseguire sempre in caso di fibrillazione ventricolare, perché questa è una condizione incompatibile con la vita. La defibrillazione in questo caso è ottenuta mediante shock elettrico esterno (o interno, durante [...]
  • Digerente, apparato
  • Complesso degli organi deputati all’assunzione degli alimenti, alla loro fluidificazione e digestione, nonché all’assimilazione dei prodotti della digestione, destinati alla nutrizione. Risulta costituito da un tubo lungo una decina di metri che, iniziando dalla bocca, prosegue nella faringe e quindi con un canale, dal calibro e dalla forma irregolari, in cui si possono distinguere l’esofago, lo stomaco o ventricolo (congiunto con l’esofago dal cardias) e l’intestino che termina con l’ano. All’apparato digerente sono annesse numerose ghiandole, alcune situate nelle pareti stesse dei vari organi (per esempio, parotide, sottomascellare, sottolinguale), altre, come il fegato e il pancreas, extraparietali. Le pareti di tutto il tubo digerente, pur con talune differenti proprietà strutturali proprie [...]
  • Diaframma (anatomia)
  • Lamina muscolo-tendinea che divide la cavità toracica da quella addominale. Ha la forma di una cupola ed è costituito da una parte muscolare periferica e da una parte tendinea centrale; può essere suddiviso in tre porzioni (sternale, costale, lombare), in base ai punti di inserzione dei muscoli che si dipartono dal centro tendineo. Il diaframma presenta orifizi attraverso i quali passano l’aorta, insieme al dotto toracico e ai nervi splancnici (canale aortico-diaframmatico), l’esofago (foro esofageo), la vena [...]
  • Difenossilato
  • Farmaco con azione ipotonica sulla muscolatura del tratto gastrointestinale, di cui diminuisce la peristalsi. È indicato nel [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?