Emoglobinuria. Significato del termine medico 'Emoglobinuria' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Emoglobinuria

Presenza di emoglobina disciolta nell’urina. L’emoglobinuria indica che nel circolo sanguigno si è realizzata una massiccia distruzione di globuli rossi (emolisi), con liberazione di elevate quantità di emoglobina, poi filtrata ed eliminata dal rene. L’emoglobinuria conferisce all’urina un aspetto limpido e un colore variabile dal rosso al bruno. Non va confusa con l'ematuria, che indica la presenza di sangue - cioè di globuli rossi - nelle urine.Presenza di emoglobina disciolta nell’urina. L’emoglobinuria indica che nel circolo sanguigno si è realizzata una massiccia distruzione di globuli rossi (emolisi), con liberazione di elevate quantità



di emoglobina, poi filtrata ed eliminata dal rene. L’emoglobinuria conferisce all’urina un aspetto limpido e un colore variabile dal rosso al bruno. Non va confusa con l'ematuria, che indica la presenza di sangue - cioè di globuli rossi - nelle urine.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'E'

  • èmbolo
  • Sostanza presente nel torrente circolatorio, di composizione chimica diversa da quella del sangue e non mescolabile a esso. Esistono èmboli solidi, liquidi e gassosi. I primi possono essere costituiti da: frammenti di trombi staccatisi dalla massa trombotica principale; parti di tessuto necrotico da lesioni delle pareti vasali; cellule viventi, solitamente neoplastiche; parassiti del sangue o batteri e funghi penetrati dall’esterno; raramente, anche corpi estranei quali aghi, spilli, [...]
  • Epicòndilo
  • Tuberosità presente sull’estremità distale dell’omero [...]
  • Esofagee, arterie
  • Vasi sanguiferi che vascolarizzano l’esofago. Sono quattro o cinque piccoli vasi che si distribuiscono alla parete dell'esofago anastomizzandosi, in alto, con [...]
  • Eterocromosoma
  • Cromosoma sessuale (opposto [...]
  • Emopatìa
  • Termine generico per indicare qualsiasi [...]
  • Eruzione dentaria
  • Vedi dentizione. [...]
  • Ergomètriche, prove
  • Prove di laboratorio che si eseguono valendosi del cicloergometro e dell’ergometro trasportatore, per misurare il lavoro compiuto dai [...]
  • Epicrìtica, sensibilità
  • Sensibilità che permette di percepire, grazie alle fibre nervose cutanee, anche le più lievi variazioni degli stimoli tattili o termici, localizzati a livello cutaneo. Tutte le [...]
  • Epidermophyton
  • Genere di funghi patogeni che provocano la tigna del piede (tinea pedis), o [...]
  • Emofilìa A
  • La forma più nota di emofilia; risulta legata a un difetto di sintesi del fattore VIII (in particolare della sua subunità C, componente proteica ad attività pro-coagulante altrimenti conosciuta come globulina o fattore antiemofilico. La carenza dell'altra subunità, detta R o fattore Von Willebrand, è invece responsabile dell'omonima malattia) della coagulazione del sangue. Colpisce esclusivamente soggetti maschi, trasmettendosi come carattere ereditario legato al cromosoma del sesso X (che contiene il gene responsabile della sintesi del fattore VIII); la modalità di trasmissione tipica dell’emofilìa A sarà da madre portatrice a figlio maschio malato. Se un maschio affetto ha dei figli, nessun figlio maschio sarà affetto, mentre tutte le figlie femmine saranno portatrici. La comparsa di emofilìa A non è sempre prevedibile in base alle regole della trasmissione dei caratteri ereditari: nel 30% dei casi la malattia è frutto di una mutazione spontanea di un cromosoma X materno. L’emofilìa A è una malattia relativamente rara: un caso ogni 10 000 persone. Il quadro clinico è dominato da emorragie spesso spontanee. Caratteristico è il fatto che il sanguinamento può avvenire a distanza di tempo dal trauma che l’ha provocato. Il deficit di fattore VIII-C provoca, infatti, una alterazione dell'emostasi secondaria, con ridotta o assente formazione del coagulo fibrinico in corrispondenza del tappo emostatico. [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?