Exoforìa. Significato del termine medico 'Exoforìa' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Exoforìa

Deviazione latente degli assi visivi verso l’esterno.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'E'

  • Estratto
  • Preparazione medicinale risultante dall’evaporazione fino a consistenza fluida, molle o secca di un succo o di una soluzione, ottenuti [...]
  • Encefalomielite
  • Associazione di processi infiammatori dell’encefalo e del midollo, spesso concomitante a infiammazione [...]
  • Epitelioma
  • Indice:Il basaliomaLo spinaliomatumore maligno che origina dagli epiteli di rivestimento della cute, delle mucose e degli organi parenchimatosi. Le due varietà principali sono l’epitelioma basocellulare e l’epitelioma spinocellulare. La terapia degli epiteliomi è di tipo chirurgico o radiante. La chirurgia classica escissionale può essere sostituita dalla chirurgia micrografica. Lesioni molto piccole possono essere distrutte mediante diatermocoagulazione, laserterapia o azoto liquido.Il basaliomaL’epitelioma basocellulare, o basalioma, colpisce adulti o anziani: si nota una maggiore incidenza nei maschi di età compresa fra i 60 e i 70 anni. La sede più interessata è quella del viso, anche se può essere coinvolta qualsiasi area cutanea, con prevalenza per le zone fotoesposte. Le mucose vengono risparmiate. Il basalioma può manifestarsi sotto molteplici forme cliniche: l’aspetto più comune è quello di piccoli noduli duri, traslucidi, con tendenza alla ulcerazione centrale. Tale ulcera è caratterizzata dalla cronicità e dalla tendenza a estendersi. Durante l’accrescimento di tale formazione può comparire, al di sopra dell’erosione, una crosta. Le lesioni sono asintomatiche e il sanguinamento rappresenta l’unico sintomo manifesto. In altre forme cliniche si nota una spiccata tendenza alla progressione in profondità dell’ulcerazione, con distruzione di tessuti e complicazioni emorragiche, [...]
  • Enzima
  • Indice:Classificazioni degli enzimiFunzioni biologiche degli enzimiL’impiego farmacologico e biochimicoproteina che interviene in qualità di catalizzatore nelle reazioni chimiche del metabolismo cellulare.Classificazioni degli enzimiGli enzimi hanno una funzione altamente specializzata; la loro denominazione consiste generalmente nell’aggiunta del suffisso -asi al nome del substrato, cioè del composto chimico su cui l’enzima esercita il suo effetto catalitico (così, per esempio, prende il nome di ureasi l’enzima che scinde l’urea in ammoniaca e anidride carbonica), ma alcuni enzimi hanno una denominazione non correlata con il nome del substrato: ne sono esempio la pepsina, la tripsina, la catalasi ecc. Attualmente gli enzimi sono distinti in sei classi fondamentali, in base al tipo della reazione chimica catalizzata: ossidoriduttasi, transferasi, idrolasi, liasi, isomerasi, lisasi o sintetasi. Ogni classe è a sua volta divisa in sottoclassi e queste in sotto-sottoclassi. Come le altre sostanze proteiche, gli enzimi possono essere suddivisi in proteine semplici e proteine coniugate; tale suddivisione è valida anche sotto il profilo funzionale, in quanto parte degli enzimi è capace di svolgere la propria funzione catalitica come semplice proteina; altri enzimi, invece, sono attivi solo quando si combinano con strutture non proteiche, dette coenzimi, che possono essere ioni metallici oppure strutture organiche più complesse.Funzioni biologiche degli enzimiLa funzione biologica degli enzimi è quella di ridurre l’energia di attivazione necessaria per dar vita alle trasformazioni metaboliche, e di permettere quindi lo svolgimento di attività chimiche cellulari che sarebbero altrimenti troppo dispendiose, in termini energetici, per l’economia dell’organismo. Benché i processi del metabolismo siano catalizzati da una grande varietà di enzimi, solo alcuni sono strettamente specifici per un determinato substrato; nella maggior parte dei casi, infatti, l’enzima agisce anche su molecole con struttura simile a quella del proprio substrato fisiologico. Esistono enzimi che possono agire su un numero relativamente grande di sostanze, per esempio, le lipasi. Per contro alcuni enzimi possono esistere in più forme, o isoenzimi, che differiscono per proprietà fisiche e per la loro velocità di reazione con i substrati, pur possedendo le stesse proprietà catalitiche fondamentali. Dalle indagni della moderna enzimologia sono venuti nuovi dati sulla dinamica del processo catalitico. [...]
  • Eosinòfilo, granulocito
  • Tipo di globulo biancodi 10-15 µm di diametro che presenta un nucleo bilobato e un citoplasma ricco di numerosi granuli, colorabili con un colorante acido, l’eosina. I granulociti eosinòfili hanno origine nel midollo e la loro vita media è di poche ore nel sangue circolante, di alcuni giorni nei tessuti. La produzione midollare dei granulociti eosinòfili e il loro rilascio sono regolati da fattori che stimolano la formazione di colonie, specifici per gli eosinofili (E-CSF), e anche da prodotti del metabolismo di alcuni parassiti pluricellulari. I [...]
  • Emazia
  • Sinonimo di [...]
  • Enterectomìa
  • Asportazione chirurgica di un tratto di [...]
  • Eutròfico
  • Farmaco o sostanza che serve a migliorare lo stato di salute dell’organismo; [...]
  • Ematocele
  • Raccolta di sangue che si colloca per la donna nel cavo del Douglas, cioè nello spazio retrouterino, in [...]
  • Enterocettore
  • Recettore posto in organi cavi che ha la capacità di registrarne le condizioni [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?