Fecondazione naturale. Significato del termine medico 'Fecondazione naturale' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Fecondazione naturale

Penetrazione dello spermatozoo nell’ovulo dopo il coito: gli spermatozoi eiaculati nel fornice vaginale posteriore risalgono il canale cervicale e la cavità uterina sino alla congiunzione della tuba con il fondo dell’utero, dove trovano l’ovulo. Gli spermatozoi per ogni eiaculazione sono decine di milioni, ma ne basta uno solo per fecondare l’ovulo. La fecondazione naturale presuppone condizioni di fertilità dell’uomo (liquido seminale con adeguato numero di spermatozoi vitali) e della donna (adeguatezza delle condizioni vaginali, cervicali, uterine, avvenuta ovulazione e pervietà tubarica), e compatibilità tra i due patrimoni genetici affinché possa avvenire la fusione dei due gameti. In caso di sterilità o di infertilità si può ricorrere alle tecniche di fecondazione assistita (vedi fecondazione artificiale e inseminazione artificiale).Penetrazione dello spermatozoo nell’ovulo dopo il coito: gli spermatozoi eiaculati nel fornice vaginale posteriore risalgono il canale cervicale e la cavità uterina sino alla congiunzione della



tuba con il fondo dell’utero, dove trovano l’ovulo. Gli spermatozoi per ogni eiaculazione sono decine di milioni, ma ne basta uno solo per fecondare l’ovulo. La fecondazione naturale presuppone condizioni di fertilità dell’uomo (liquido seminale con adeguato numero di spermatozoi vitali) e della donna (adeguatezza delle condizioni vaginali, cervicali, uterine, avvenuta ovulazione e pervietà tubarica), e compatibilità tra i due patrimoni genetici affinché possa avvenire la fusione dei due gameti. In caso di sterilità o di infertilità si può ricorrere alle tecniche di fecondazione assistita (vedi fecondazione artificiale e inseminazione artificiale).

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'F'

  • Focomelìa
  • Malformazione congenita - classificata tra le disostosi - caratterizzata dalla mancanza, totale o parziale, in un arto, del segmento più prossimo al tronco. Le cause della focomelìa possono essere ereditarie e anche ambientali: durante la vita intrauterina il feto può subire l’influenza negativa di traumi, infezioni e tossici, [...]
  • Fibrati
  • Farmaci ipolipemizzanti, agiscono aumentando l’attività dell’enzima lipoproteinlipasi con conseguente riduzione dei trigliceridi. Da evitare in caso di patologie epatiche, [...]
  • Fosfocreatina
  • Sostanza che esercita un importante ruolo nel processo della contrazione muscolare. La fosfocreatina è il prodotto di combinazione della creatina con un gruppo fosforico mediante un legame [...]
  • Fosforilazione
  • Processo biologico catalizzato da fosforilasi, consistente nella introduzione di uno o più gruppi fosforici nella molecola di composti organici come glicogeno, amido, nucleosidi. I processi di fosforilazione hanno grande importanza per gli organismi viventi, dato che numerose sostanze chimiche possono intervenire nelle reazioni metaboliche cellulari soltanto in forma fosforilata. Inoltre, mediante processi di fosforilazione, avviene la [...]
  • Fibre
  • Formazioni anatomiche microscopiche o submicroscopiche dall’aspetto fusiforme o filamentoso. Il termine è usato per indicare cellule allungate o insiemi cellulari (sincizi, cellule muscolari) o prolungamenti di cellule (fibre nervose); altre ancora sono produzioni di cellule ma collocate, come elementi acellulari, nel contesto di altri tessuti (per esempio, le [...]
  • Frontale, osso
  • Osso piatto e impari del cranio, di cui [...]
  • Focus ectòpico
  • Sede di insorgenza, all'interno del tessuto miocardico, dello stimolo elettrico che [...]
  • Fotorecettore
  • Sinonimo di [...]
  • Fattori della coagulazione
  • Sostanze chimicamente eterogenee, circolanti nel sangue oppure liberate dai tessuti al momento della lesione del vaso, la cui attività è necessaria per il normale svolgimento della coagulazione del sangue. A tutt’oggi si conoscono 12 fattori numerati con i numeri romani (da I a XIII, escluso il VI, che non esiste), più due [...]
  • Faringe
  • Canale muscolomembranoso attraverso il quale passano il bolo alimentare, che dalla bocca scende all’esofago, e l’aria respiratoria, che dal naso e dalla bocca va alla laringe. Viene normalmente distinta in tre porzioni: superiore (rinofaringe), intermedia (orofaringe) e inferiore (laringofaringe). Comunica superiormente con le fosse nasali e con la bocca, inferiormente con laringe ed esofago. Esaminata dall’esterno, la faringe presenta una parete posteriore e due laterali, mentre è priva di quella anteriore, sostituita, dall’alto verso il basso, dal margine posteriore del setto fra le coane nasali, dalla parte faringea del velo palatino, dalla faccia dorsale degli archi glossopalatini e dal dorso della radice della lingua, e infine dalla parete posteriore della [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?