Fermenti làttici. Significato del termine medico 'Fermenti làttici' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Fermenti làttici

Batteri che trasformano gli zuccheri in acido lattico; limitano l’azione dei batteri putrefattivi; idrolizzano il lattosio; contribuiscono ai movimenti peristaltici intestinali. I principali lattobacilli, acidophilus, bifidus, bulgaricus, in natura si trovano nel latte inacidito e nello yogurt; si usano nelle patologie intestinali (come diarree, putrefazioni, autointossicazioni), per stimolare la risposta immunitaria e in associazione alle cure con antibiotici che - in taluni casi - danneggiano la flora batterica intestinale fisiologica.Batteri che trasformano gli zuccheri in acido lattico; limitano l’azione dei batteri putrefattivi; idrolizzano il lattosio; contribuiscono ai movimenti peristaltici intestinali. I principali lattobacilli, acidophilus, bifidus,



bulgaricus, in natura si trovano nel latte inacidito e nello yogurt; si usano nelle patologie intestinali (come diarree, putrefazioni, autointossicazioni), per stimolare la risposta immunitaria e in associazione alle cure con antibiotici che - in taluni casi - danneggiano la flora batterica intestinale fisiologica.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'F'

  • Fosfatasi
  • Gruppo di enzimi che provocano l’idrolisi degli esteri fosforici. In base al valore ottimale di pH della loro azione idrolitica si possono distinguere quattro tipi di fosfatasi. La valutazione della fosfatasi alcalina e della fosfatasi acida nel siero è importante nelle diagnosi di alcune patologie. La fosfatasi alcalina deriva in gran parte dalle ossa, nelle quali è prodotta in forti quantità dagli osteoblasti attivi; un suo aumento fisiologico si ha nei bambini (in particolare nei periodi di rapida crescita) e durante la gravidanza; al di [...]
  • Fenofibrato
  • Farmaco antilipidico, appartenente alla famiglia dei fibrati, che - inibendo la lipolisi del tessuto adiposo, aumentando l'attività delle lipasi lipoproteiche e diminuendo la sintesi di colesterolo - riduce il tasso di trigliceridi e di colesterolo nel sangue. Simile al clofibrato, può determinare disturbi intestinali, reazioni [...]
  • Fibroplasìa retrolenticolare
  • Grave alterazione degenerativa delle strutture visive situate posteriormente al cristallino, con compromissione irreversibile della vista. È solitamente bilaterale, causa quindi completa cecità. Compare verso il 2°-6° mese di vita e può colpire i bambini prematuri o immaturi di piccolo peso alla nascita (meno di 1500 grammi) sottoposti, durante la permanenza nelle culle incubatrici, a ossigenoterapia con concentrazioni di ossigeno nella miscela gassosa particolarmente elevate (superiori al 40%) a causa di disturbi respiratori. L’esposizione a tali concentrazioni di ossigeno causa uno spasmo riflesso dei vasi sanguigni retinici, dovuto alla condizione d’immaturità delle strutture vascolari e al fatto che l’ossigeno non adeguatamente umidificato favorisce la formazione di sostanze altamente tossiche. Si verifica una grave sofferenza ischemica della retina, con intensa [...]
  • Fibre
  • Formazioni anatomiche microscopiche o submicroscopiche dall’aspetto fusiforme o filamentoso. Il termine è usato per indicare cellule allungate o insiemi cellulari (sincizi, cellule muscolari) o prolungamenti di cellule (fibre nervose); altre ancora sono produzioni di cellule ma collocate, come elementi acellulari, nel contesto di altri tessuti (per esempio, le [...]
  • Fontanelle
  • Spazi membranosi, presenti nel cranio del bambino, verso i quali convergono le ossa craniche durante il loro sviluppo; sono sei, due mediane impari e quattro laterali simmetriche. Comprendono: la fontanella bregmatica (unione dell’osso frontale con i due parietali), la fontanella lambdoidea (unione dei due parietali con l’occipitale), le [...]
  • Fibre alimentari
  • Componenti indigeribili provenienti dagli alimenti vegetali (frutta, verdura, cereali e legumi) e costituiti principalmente da cellulosa, emicellulosa, pectina e lignina. Un adeguato contenuto di fibre nella dieta quotidiana è utile per combattere la stitichezza e per prevenire le emorroidi e la diverticolosi. Un adeguato apporto di fibre alimentari è importante anche nella prevenzione del cancro [...]
  • Fibroma
  • Tumore benigno costituito da tessuto connettivo ben differenziato. Sono comunemente noti i fibromi cutanei e quelli ossei, entrambi ben [...]
  • Faringite
  • Processo infiammatorio a carico della faringe. La faringite acuta è spesso un’estensione di analoghi processi in distretti vicini, come nella febbre faringo-congiuntivale e nella malattia respiratoria acuta. I sintomi sono otalgia, adenite cervicale, febbre, congestione della mucosa. La faringite cronica è un’affezione a lungo decorso che evolve in tre fasi: catarrale, ipertrofica e atrofica. Oltre a condizioni predisponenti generali intervengono fattori locali: passaggio di secrezioni mucopurulente dal naso; ostruzione respiratoria nasale; abuso di alcol e tabacco; ambienti di vita [...]
  • Fluoxetina
  • Indice:farmaco antidepressivo, agisce inibendo la ricaptazione di serotonina a livello del sistema nervoso centrale. È indicato anche per la terapia del disturbo ossessivo-compulsivo e della bulimia [...]
  • Femorale, fascia
  • (o fascia lata), lamina aponeurotica che avvolge completamente i muscoli superficiali della coscia: origina dal [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?