Fòrnice. Significato del termine medico 'Fòrnice' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Fòrnice

Formazione simile a un arco; per esempio, il fòrnice congiuntivale (o oculo-palpebrale) è il fondo cieco formato dalla ripiegatura in cui la congiuntiva palpebrale diviene congiuntiva oculare.oculare.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'F'

  • Follìcolo
  • Piccola formazione tondeggiante e cava, che spesso [...]
  • Fibrosarcoma
  • Tumore maligno differenziato che si sviluppa a partire dai fibroblasti del tessuto connettivo, caratterizzato dalla formazione di fibre collagene, con accrescimento localmente invasivo, ma con limitata capacità di dare metastasi. Il fibrosarcoma si [...]
  • Femminilismo
  • Quadro clinico di pseudoermafroditismo maschile (vedi anche ermafroditismo) caratterizzato dalla presenza di caratteri sessuali secondari femminili (per esempio: sviluppo delle mammelle, fianchi larghi, distribuzione dell'adipe di tipo ginoide, assenza della peluria del volto ecc.) soggetti cromosomicamente e gonadicamente maschili. Le cause sono congenite o acquisite. Le prime possono essere: insufficiente produzione di testosterone da parte del [...]
  • Forssman, fenomeno di
  • Reazione di agglutinazione di globuli rossi di montone da parte del siero di soggetti affetti da mononucleosi infettiva. È [...]
  • Follicolostimolante, ormone
  • (FSH), ormone glicoproteico di origine ipofisaria che: a) stimola, nella donna, la crescita dei follicoli ovarici e b) favorisce, nell'uomo, la spermatogenesi. L'azione principale si esplica a livello dei follicoli ovarici che, maturando, producono estrogeni. L'FSH è elaborato dalle cellule gonadotrope dell'adenoipofisi con un meccanismo stimolatorio esercitato dal GnRH (gonadotropin releasing hormone) ipotalamico con controllo a feed-back svolto dagli estrogeni. La produzione di FSH, che aumenta al menarca, continua per tutto [...]
  • Fibroleiomioma
  • Tumore benigno della muscolatura liscia, a componente fibrosa variabile. L’esempio più tipico è costituito dal fibroleiomioma uterino (correntemente detto fibroma). Condizione relativamente frequente fra le donne nullipare (cioè che non hanno mai partorito) in età feconda. Sembra trovare un fattore predisponente nelle situazioni di ipersecrezione di ormoni estrogeni (come avviene fisiologicamente prima della menopausa), ma anche l'ereditarietà sembra avere un ruolo nella sua insorgenza. La localizzazione più frequente è nello strato muscolare dell’utero, il miometrio: si parla in questo caso di fibroma intramurale. Esistono, tuttavia, anche fibromi sottomucosi (localizzati al di sotto dell'endometrio), sottosierosi (al di sotto del peritoneo) e intralegamentosi (a sviluppo nel contesto del legamento largo dell'utero). La sintomatologia varia in rapporto alla sede e alle dimensioni del fibroleiomioma: in una discreta percentuale di casi può essere del tutto asintomatico, manifestandosi soprattutto con alterazioni mestruali, emorragie uterine, dolori crampiformi, sintomi da compressione sugli organi circostanti (nei fibroleiomiomi più voluminosi). [...]
  • Fangoterapìa
  • (o crenolutoterapia), trattamento di affezioni caratterizzate dalla presenza di uno stato infiammatorio mediante applicazione di fanghi naturali medicamentosi. Le proprietà dei fanghi variano a seconda delle caratteristiche delle acque termominerali che li impastano. I fanghi aumentano sempre la temperatura corporea in ragione della loro stessa temperatura e del tempo di applicazione, pertanto favoriscono sempre la sudorazione e l’ipotensione. Le applicazioni non [...]
  • Friedlander, bacillo di
  • Sinonimo di Klebsiella [...]
  • Fibrillazione
  • Alterazione della normale contrattilità dei muscoli. La fibrillazione muscolare è un fenomeno caratterizzato dalla contrazione irregolare di singole fibre dei muscoli scheletrici, che si produce allorché viene distrutta o danneggiata la loro innervazione motoria. La fibrillazione è l’espressione di un’aumentata sensibilità del muscolo all’azione dell’acetilcolina, la quale, pur in assenza di attività nervosa, può formarsi [...]
  • Fascio
  • Raggruppamento di fibre muscolari o nervose con una stessa funzione biologica. A ogni fascio è dato un nome specifico, che può derivare dalla sua forma (fascio genicolato, fascio piramidale), dalla funzione (fascio d’associazione), dalla sua posizione (fascio posteriore), dai punti [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?