Furfuràceo. Significato del termine medico 'Furfuràceo' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Furfuràceo

Termine che definisce una desquamazione della pelle fine, di dimensioni quindi molto ridotte rispetto a quella lamellare o a lembi.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'F'

  • Funghi
  • Indice:Avvelenamento da funghi(o miceti), vegetali appartenenti alle Tallofite, privi di clorofilla, che vivono come saprofiti e simbionti di animali e vegetali. Possono essere unicellulari, di dimensioni microscopiche, oppure pluricellulari e organizzarsi in forme di notevole grandezza e svilupparsi formando filamenti detti “ife”, ramificati e intrecciati tra loro (ife vegetative), che danno origine a una particolare struttura detta micelio. Le ife possono essere costituite da catene di cellule per la presenza di pareti trasversali dette setti (ife settate). Nelle ife è ben evidente una parete; all’interno si trova il citoplasma con masserelle di cromatina e i nuclei. I funghi si riproducono mediante spore, che sono asessuate o sessuate, a seconda che la formazione della nuova cellula avvenga con o senza fusione dei nuclei. Ai funghi asessuati appartengono i funghi imperfetti, che costituiscono la maggior parte dei generi patogeni per la specie umana. Molti di questi microrganismi appartengono a generi che colonizzano come saprofiti il tratto gastrointestinale umano in una fase molto precoce della vita, verosimilmente in seguito a contatto diretto (da persona a persona), diventando un normale costituente della flora batterica locale. In particolari condizioni, si può assistere alla virulentazione di questi funghi, che assumono caratteristiche patogene con la capacità di dare origine a ben precisi quadri infettivi. In altri casi, l’infezione fungina può essere acquisita dall’ambiente esterno, in seguito all’introduzione nell’organismo di materiali naturali sui quali i funghi patogeni vivono allo stato saprofitico; i meccanismi [...]
  • Fallot, tètrade di
  • (o tetralogia di), cardiopatia congenita caratterizzata da: 1) stenosi polmonare; 2) comunicazione interventricolare di ampio diametro che si avvicina a quello dell'orifizio aortico; 3) aorta a cavaliere sopra il difetto settale, destroposta sino al 75% del suo orifizio; 4) ipertrofia ventricolare destra. Costituisce il 5% delle cardiopatie congenite ed è al primo posto fra quelle cianogene. È prodotta da un unico errore embriologico: la dislocazione troppo anteriore del setto bulbare. Il sintomo cardine è la cianosi (colorito violaceo delle labbra, della pelle, delle unghie e delle mucose). Caratteristico è il deficit della crescita e la difficoltà ad affrontare gli sforzi. Dopo i primi tre mesi di vita possono comparire, in seguito al pianto o a una emozione, crisi accompagnate da perdita di coscienza. I bambini più grandi possono presentare dita a [...]
  • Fluorangiografia
  • Vedi fluorografia [...]
  • Fibre alimentari
  • Componenti indigeribili provenienti dagli alimenti vegetali (frutta, verdura, cereali e legumi) e costituiti principalmente da cellulosa, emicellulosa, pectina e lignina. Un adeguato contenuto di fibre nella dieta quotidiana è utile per combattere la stitichezza e per prevenire le emorroidi e la diverticolosi. Un adeguato apporto di fibre alimentari è importante anche nella prevenzione del cancro [...]
  • Focolàio
  • Centro primario e più importante di un processo patologico (per esempio, focolàio infettivo, focolàio tubercolare). In neurologia, sono definite a focolàio le lesioni che si manifestano con alterazioni attribuibili a danni di specifici [...]
  • Finasteride
  • Farmaco inibitore dell’enzima 5-alfa-reduttasi, riduce la concentrazione di diidrotestosterone nella prostata e nella pelle. Trova [...]
  • Femorale, fascia
  • (o fascia lata), lamina aponeurotica che avvolge completamente i muscoli superficiali della coscia: origina dal [...]
  • Fìstola duodenale
  • Fistola che si riscontra spesso nei processi ulcerativi del duodeno quando a fatti periduodenitici, che fissano l’organo ad altri vicini, segue la perforazione dell’ulcera e la formazione di un tragitto che mette in comunicazione lo stesso [...]
  • Fibrotorace
  • Aderenza totale della pleura viscerale con quella parietale e conseguente obliterazione completa del cavo pleurico accompagnata da eventuale retrazione e deformazione della gabbia toracica. È l’esito di vasti processi pleuritici fibrinosi o sierofibrinosi, nonché di pleuropolmoniti post-traumatiche (che si instaurano a seguito di gravi traumi toracici che hanno causato fratture [...]
  • Fuoco
  • Punto in cui si concentrano i raggi luminosi che attraversano una lente o che sono riflessi [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?