Ileo-ano, anastomosi. Significato del termine medico 'Ileo-ano, anastomosi' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Ileo-ano, anastomosi

Intervento chirurgico che consiste nell’asportazione del retto e del colon, mettendo in comunicazione l’ileo terminale con l’ano, e nel creare una tasca che simula la funzione di deposito fecale dell’ampolla rettale. L’anastomosi ileo-ano viene effettuata in caso di poliposi diffusa del colon o di colite ulcerosa grave, con prognosi spesso ottima e rare complicazioni serie (disturbi sessuali per lesione operatoria di nervi, infiammazione della tasca), ma è frequente una compromissione della funzionalità dell’alvo, con diarrea seguita da disidratazione.Intervento chirurgico che consiste nell’asportazione del retto e del colon, mettendo in comunicazione l’ileo terminale con l’ano, e nel creare una tasca che simula la funzione



di deposito fecale dell’ampolla rettale. L’anastomosi ileo-ano viene effettuata in caso di poliposi diffusa del colon o di colite ulcerosa grave, con prognosi spesso ottima e rare complicazioni serie (disturbi sessuali per lesione operatoria di nervi, infiammazione della tasca), ma è frequente una compromissione della funzionalità dell’alvo, con diarrea seguita da disidratazione.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'I'

  • Indometacina
  • Farmaco del gruppo dei FANS, dei quali condivide indicazioni e controindicazioni, con attività antinfiammatoria superiore a quella analgesica. Per i suoi effetti trova particolare impiego nel trattamento degli attacchi gottosi. Presenta effetti collaterali: cefalea, vertigini, confusione mentale, disturbi gastrointestinali, ritenzione idrica, depositi corneali reversibili (eseguire periodici controlli oftalmologici). Antagonizza l’assorbimento dell’acido acetilsalicilico a livello gastrico: se [...]
  • Iperfonesi
  • In semeiotica medica, aumento della sonorità alla percussione di una regione corporea. Tipico è il riscontro di iperfonesi plessica [...]
  • Ipercapnìa
  • Aumento della concentrazione di anidride carbonica disciolta nel sangue e nel liquor. Ne sono causa l’ipoventilazione e un’alterata perfusione ematica del parenchima polmonare; tipica è la presenza di ipercapnia in corso di insufficienza respiratoria. L’ipercapnìa provoca cefalea, acidosi respiratoria, tremori muscolari, obnubilamento della coscienza fino al coma.La somministrazione di ossigeno in [...]
  • Ipocinesi
  • (o ipocinesia) difficoltà nell’esecuzione dei movimenti volontari, [...]
  • Ipercromìa
  • Eccessiva pigmentazione della cute, che può assumere colorazione bruna. L’ipercromìa localizzata ad alcuni distretti cutanei può essere: primitiva, come nel cloasma, nelle efelidi, nell’acanthosis nigricans; oppure secondaria, cioè conseguente a dermatiti fisiche e chimiche, all’atrofia senile, [...]
  • Ipergammaglobulinemìa
  • Aumento della concentrazione di gammaglobuline (vedi: immunoglobuline, dette anche anticorpi) presenti nel siero. Può presentarsi in forma policlonale (interessando, cioè, tutte le classi di gammaglobuline) in molte condizioni morbose, quali cirrosi epatica, malattie infettive, infiammazioni croniche, collagenopatie. Se l’eccesso riguarda invece una sola classe di gammaglobuline si parla [...]
  • Ipocorticalismo
  • Sinonimo di [...]
  • Isostenuria
  • Emissione di urina poco concentrata, avente un valore di osmolalità simile a quella del plasma sanguigno liberato dalle proteine. Questo significa che il rene ha perso completamente la sua capacità di concentrare e diluire le urine in risposta ai diversi stati dell’organismo. Si [...]
  • Immunocompetenza
  • Acquisizione da parte dei linfociti T e B (cellule essenziali del sistema immunitario, deputate al riconoscimento e alla distruzione delle sostanze dannose per l’organismo) di specifiche molecole di superficie (recettori), che permettono loro di riconoscere tali sostanze e neutralizzarle. L’immunocompetenza è l’attributo fondamentale [...]
  • Insufficienza pancreàtica
  • Condizione clinica caratterizzata dalla diminuzione o scomparsa della funzione del pancreas a causa di un danno delle cellule pancreatiche. Il danno può coinvolgere la secrezione esocrina o quella endocrina, o entrambe. Quando il deficit funzionale interessa la secrezione esocrina (per esempio in corso di pancreatiti, tumori, mucoviscidosi; oppure, indirettamente, a seguito di sindrome di Zollinger-Ellison), si ha diminuzione della produzione di enzimi digestivi pancreatici (lipasi, tripsina e chimotripsina): in conseguenza di ciò, l’organismo non è più in grado di digerire perfettamente nessuno dei costituenti nutritivi essenziali che, pertanto, non possono essere assorbiti (malassorbimento): con le feci verranno pertanto eliminati in quantità eccessiva grassi, carboidrati e proteine. La steatorrea, cioè la presenza di grassi indigeriti nelle feci, si accompagna a meteorismo e distensione addominale, provocate dalla fermentazione batterica intestinale che la presenza di carboidrati e proteine nel lume favorisce. Di regola è presente, inoltre, diarrea osmotica, per richiamo di acqua all'interno dell'intestino. Per quanto riguarda la funzione endocrina del pancreas, il suo [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?