Ipofonesi. Significato del termine medico 'Ipofonesi' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Ipofonesi

Diminuzione dell’intensità del suono chiaro polmonare durante l’atto della percussione toracica. Ogni qualvolta la componente solida del parenchima polmonare aumenta a scapito di quella gassosa, infatti, il suono evocato assume caratteri di minore intensità e durata di maggiore frequenza. Qualora, in particolari circostanze, il contenuto aereo del polmone venga completamente sostituito da materiale solido, il suono evocato viene definito ottuso. Le principali condizioni patologiche che si accompagnano a ipofonesi sono gli addensamenti di qualsiasi natura (infiammatori, neoplastici), la fibrosi polmonare, i versamenti pleurici, l'atelettasia e il cospicuo aumento del pannicolo adiposo sottocutaneo.Diminuzione dell’intensità del suono chiaro polmonare durante l’atto della percussione toracica. Ogni qualvolta la componente solida del parenchima polmonare aumenta a scapito di quella gassosa, infatti,



il suono evocato assume caratteri di minore intensità e durata di maggiore frequenza. Qualora, in particolari circostanze, il contenuto aereo del polmone venga completamente sostituito da materiale solido, il suono evocato viene definito ottuso. Le principali condizioni patologiche che si accompagnano a ipofonesi sono gli addensamenti di qualsiasi natura (infiammatori, neoplastici), la fibrosi polmonare, i versamenti pleurici, l'atelettasia e il cospicuo aumento del pannicolo adiposo sottocutaneo.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'I'

  • Isopropiladrenalina
  • Sinonimo di [...]
  • Inspiratori, mùscoli
  • Muscoli che permettono di sollevare e/o ampliare la gabbia toracica, espandendo quindi i polmoni. Distribuiti bilateralmente, con l'eccezione del diaframma che è unico, si suddividono in: [...]
  • Imenectomìa
  • Intervento chirurgico mediante il quale si incide l’imene nei casi in cui esso sia rigido o [...]
  • Ipopotassiemìa
  • (o ipokaliemia), deficit di potassio nel sangue. Possono causare ipopotassiemia: perdite gastrointestinali (vomito, diarrea, sondino naso-gastrico); perdite renali (terapia diuretica); inadeguata somministrazione (digiuno, alcolismo); iperaldosteronismo; iperidratazione; somministrazione intravenosa di bicarbonato o di soluzioni glucosio+insulina, che favoriscono lo spostamento del potassio dal compartimento extracellulare a quello intracellulare. Le manifestazioni cliniche riguardano soprattutto il sistema neuromuscolare, con comparsa di gradi crescenti di [...]
  • Ipernefroma
  • (carcinoma o adenocarcinoma renale, o tumore di Grawitz) tumore maligno del rene, che colpisce più spesso il sesso maschile, soprattutto tra i 50 e i 60 anni. È il più frequente (85%) fra i tumori maligni renali. Il fumo costituisce fattore di rischio. Alcune forme sono ereditarie (nella malattia di Von Hippel-Lindau), altre acquisite in seguito a traslocazione cromosomica. Spesso rimane per molto tempo asintomatico o provoca solo sintomi generali poco significativi (lieve febbre, deperimento, debolezza, anemia). Altri segni possibili sono l'ematuria (macro- e micro-scopica), il dolore lombare e il riscontro di una massa addominale palpabile (con il ballottamento renale). L'ipernefroma può essere all'origine di una sindrome paraneoplastica, dovuta alla produzione -da parte delle cellule che lo compongono- di [...]
  • Iridoschisi
  • Distacco del foglietto anteriore dell’iride, che si manifesta [...]
  • Influenza
  • Malattia infettiva acuta causata dal virus dell’influenza (famiglia Orthomyxovirus). In base alle caratteristiche antigeniche i virus influenzali si dividono in A, B, C. I virus del tipo A sono i più variabili e geneticamente instabili: danno origine ogni anno a ceppi leggermente diversi e circa ogni 10 anni a un virus notevolmente diverso che, trovando la popolazione non immunizzata, determina una epidemia o una pandemia. Sono note le pandemie del 1918 (spagnola) e del 1957, che causarono milioni di morti. La sorgente di infezione è l’individuo affetto che elimina il virus con le secrezioni nasali e orofaringee e contagia, per via aerea, altri soggetti. In caso di pandemia, poiché la quasi totalità della popolazione non è immune nei confronti del nuovo virus, il contagio può raggiungere il 50-60% della popolazione; nei periodi non epidemici, la malattia interessa durante l’inverno il 5-10% della popolazione. L’infezione si manifesta bruscamente con sintomi aspecifici: cefalea, febbre, malesseri, dolori muscolari e alle ossa, brividi, sensazione di freddo associati a infiammazione delle alte vie respiratorie (faringe, laringe, trachea) e tosse secca. Sono tuttavia possibili numerose varianti, sia per intensità sia per varietà di sintomi. Nel soggetto senza [...]
  • Iperemizzanti
  • Sostanze che provocano l’aumento della quantità di sangue in un certo distretto corporeo. Sono tuttora impiegati, anche se raramente, in pomate per la cura locale di [...]
  • Ipocromìa
  • Carenza di pigmentazione cutanea, limitata ad alcune zone (ipocromìa parziale), o estesa a tutto il corpo (ipocromìa generalizzata), come nell’albinismo. Spesso congenita ed ereditaria, l’ipocromìa può essere presente in molti quadri clinici come, per esempio, nel lupus eritematoso cronico, nella vitiligine (qui -più [...]
  • Infiammatoria pèlvica, malattia
  • (o PID, dall’inglese Pelvic Inflammatory Disease), infiammazione cronica del peritoneo pelvico femminile; sotto questa denominazione sono comprese differenti entità nosologiche quali l'endometrite, la salpingite, la ovaro-salpingite, l'ascesso tubo-ovarico e la peritonite pelvica. Mentre le infezioni possono seguire a un parto, un aborto, una interruzione di gravidanza, una infezione tubercolare dell'apparato genitale o patologie intra-addominali come l'appendicite perforata, il termine PID è generalmente applicato a condizioni che risultano da malattie sessualmente trasmesse. Il picco di incidenza si verifica nelle giovani donne sessualmente attive e i fattori predisponenti comprendono il frequente o recente cambio di partner sessuale, il mancato uso di metodi di [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?