Isterectomìa. Significato del termine medico 'Isterectomìa' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Isterectomìa

Intervento chirurgico mediante il quale viene asportato l’utero (isterectomìa totale) o una sua parte (isterectomìa subtotale); può essere esteso alle salpingi (isterosalpingectomia), oltre che alle ovaie, al parametrio e al terzo superiore della vagina (isterectomìa allargata o isterectomìa totale con ovarosalpingectomia bilaterale). L’intervento può essere eseguito sia per via addominale (laparoisterectomia), sia per via vaginale (colpoisterectomia). Le indicazioni all'intervento comprendono: menorragie, endometriosi severa, tumori benigni (fibromi) o maligni (carcinomi) dell'utero. Nelle donne che sono state sottoposte a isterectomia prima della menopausa, l'insufficienza ovarica si sviluppa più precocemente di quanto non avvenga in caso di menopausa fisiologica.Intervento chirurgico mediante il quale viene asportato l’utero (isterectomìa totale) o una sua parte (isterectomìa subtotale); può essere esteso alle salpingi (isterosalpingectomia), oltre che alle ovaie,



al parametrio e al terzo superiore della vagina (isterectomìa allargata o isterectomìa totale con ovarosalpingectomia bilaterale). L’intervento può essere eseguito sia per via addominale (laparoisterectomia), sia per via vaginale (colpoisterectomia). Le indicazioni all'intervento comprendono: menorragie, endometriosi severa, tumori benigni (fibromi) o maligni (carcinomi) dell'utero. Nelle donne che sono state sottoposte a isterectomia prima della menopausa, l'insufficienza ovarica si sviluppa più precocemente di quanto non avvenga in caso di menopausa fisiologica.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'I'

  • Insufficienza renale
  • Condizione patologica caratterizzata dalla perdita della funzione renale. Il termine insufficienza renale cronica (IRC) si riferisce alla perdita permanente della funzione renale che, quando giunge a uno stadio avanzato, induce i segni e i sintomi dell'uremia. Nella fase iniziale essa è asintomatica e sostanzialmente tale rimane fino a quando ormai è troppo tardi per recuperare una funzionalità renale efficiente. A differenza dell'insufficienza acuta infatti, per la quale la guarigione è frequente, l'IRC è irreversibile e progressiva. Tuttavia, la lentezza con la quale si instaura il deficit renale consente l'innesco di meccanismi di compenso che permettono la vita ancora in condizioni di estrema riduzione della filtrazione glomerulare. Le più comuni cause di IRC sono: la nefropatia diabetica, l'ipertensione arteriosa, le glomerulonefriti e la nefropatia policistica; ma molte altre se ne potrebbero elencare: dalle nefropatie interstiziali (tra queste, quella da abuso cronico di analgesici, FANS in particolare), all'aterosclerosi delle arterie renali, all'idronefrosi ecc. La carenza delle funzioni renali, nell'IRC che giunge all'uremia, determina fondamentalmente gravi alterazioni nella composizione dei liquidi dell'organismo, accompagnate in sintesi da: diminuita escrezione di tossine, perdita dell'omeostasi idrica e di quella elettrolitica, alterazione dell'equilibrio acido-base, stimolazione del sistema renina-angiotensina-aldosterone, squilibrio del bilancio calcio-fosforo e del metabolismo della vitamina D, diminuita produzione di eritropoietina e alterazione della produzione di prostaglandine. Tutto ciò ha ripercussioni cliniche evidenti; sono presenti, infatti: stato di intossicazione generale dell'organismo con prurito diffuso, anoressia, nausea e vomito; poliuria e nicturia, che precedono oliguria e anuria terminali; iperpotassiemia; acidosi metabolica; ipertensione arteriosa; osteodistrofia renale; anemia; sono possibili inoltre segni di compromissione praticamente di tutti i principali organi, dal momento che i reni sono fisiologicamente deputati al mantenimento dell'omeostasi generale di tutto l'organismo. Gli esami che più precocemente possono rivelare una condizione di malfunzionamento renale, quando si tratta ancora della fase iniziale, sono: la creatininemia, la determinazione della clearance della creatinina e l'esame delle urine con particolare riguardo al loro peso specifico. Si può avere anche iperazotemia, pur non essendo questo un indice assolutamente specifico di malattia renale Nel prosieguo della malattia, compaiono tutte le alterazioni sintomatiche dei numerosi danni metabolici che si sono sviluppati. [...]
  • Idrotermali, cure
  • Terapie basate sull’impiego di acqua a temperatura naturale superiore [...]
  • Idrosadenite
  • O ascesso sudorale dell'adulto, dermatite piogenica che colpisce le ghiandole sudoripare apocrine, presenti a livello dell'ascella, dell'areola mammaria, dell'area perineale e genitale. È un’infezione suppurativa causata dallo Staphylococcus aureus, che si manifesta inizialmente con un nodulo sottocutaneo duro, spesso dolente, ricoperto da cute normale o eritematosa. Questa formazione tende a colliquare aderendo alla cute sovrastante; in seguito si apre all’esterno, con emissione di pus denso. Spesso si può avere la formazione di piastroni per confluenza di noduli vicini. Il decorso della [...]
  • Iperfosforemìa
  • Propriamente, eccessiva presenza di fosforo (organico o inorganico) nel sangue. Per estensione, il termine viene abitualmente utilizzato in riferimento alla iperfosfatemia [...]
  • Iniezione periarticolare
  • Iniezione di sostanze a scopo diagnostico o terapeutico [...]
  • Iperammoniemìa
  • Aumento patologico del contenuto di ammoniaca nel sangue. L’iperammoniemìa può essere dovuta a difetti enzimatici ereditari, peraltro estremamente rari: si può riscontrare in caso di carenza dell’enzima carbamilfosfato-sintetasi (con vomito, letargia, acidosi, fino alla morte) o di carenza dell’enzima ornitina-carbamiltransferasi (con vomito ricorrente, irritabilità, letargia, coma, convulsioni) o di altri enzimi ancora. La forma più comune di iperammoniemìa è acquisita, conseguente all’insufficienza epatica: un [...]
  • Isosorbide dinitrato
  • Farmaco appartenente alla famiglia dei nitroderivati impiegato nella terapia dell’angina pectoris, ma anche in caso di infarto miocardico acuto, nel periodo successivo all’infarto e nello scompenso cardiaco. Una delle sue caratteristiche è quella di essere disponibile anche nella formulazione ad assorbimento rapido sublinguale, ma può essere impiegato [...]
  • Insufficienza epàtica
  • Condizione patologica caratterizzata dalla compromissione globale della funzionalità epatica - che si può instaurare nel corso delle più svariate epatopatie, quando il danno causato al fegato è rilevante - con insorgenza di sintomi e segni che sono espressione del venir meno delle normali attività di questo organo.L’insufficienza epàtica può insorgere acutamente, in seguito a massiva necrosi di cellule epatiche in un fegato precedentemente sano (epatite virale fulminante, epatite da farmaci, epatite da assunzione di funghi tossici, cloroformio ecc.), oppure essere il risultato finale di una epatopatia che data da tempo (epatiti virali o alcoliche evolute in cirrosi ecc.). Il primo segno di insufficienza epàtica è l'alterazione della coagulazione del sangue, da carente sintesi epatica dei fattori della coagulazione e da diminuito assorbimento di vitamina K, con conseguenti manifestazioni emorragiche; ma molti altri reperti sono riscontrabili: ittero, da insufficiente escrezione della bilirubina; prurito, da insufficiente secrezione di sali biliari e loro rigurgito nella circolazione generale; maldigestione dei grassi alimentari da diminuita produzione di bile, con conseguente diminuito assorbimento dei lipidi e delle vitamine liposolubili; intolleranza agli zuccheri [...]
  • Inconscio
  • Insieme di attività e funzioni psichiche che non arrivano alla coscienza, restando al livello dei contenuti della psiche più profondi. L’inconscio comprende i dati più lontani dal campo della consapevolezza dell’individuo. I processi inconsci consistono di elementi rimossi dalla coscienza e di elementi che per loro stessa natura sono inconsci (principio del piacere) e operano continuamente in maniera attiva nei vari stadi di organizzazione della psiche. La struttura dell’inconscio, non essendo raggiungibile attraverso l’osservazione, è conoscibile attraverso metodi particolari (psicoanalisi). Freud ha posto le basi della psicoanalisi dimostrando come l’analisi dei lapsus e del significato dei sogni possa essere di estrema utilità per raggiungere e [...]
  • Istològico, esame
  • Esame microscopico delle caratteristiche morfologiche di un frammento di tessuto e delle cellule che lo compongono, al fine di confermare la natura del processo patologico (per esempio, la natura benigna o maligna di un tumore) ed eventualmente la sua estensione. L’esame viene effettuato sui tessuti asportati durante l’intervento chirurgico, su campioni prelevati post mortem o su frammenti di tessuto vitale ottenuti mediante biopsia. Normalmente, i frammenti di tessuto vengono dapprima “fissati” (per evitare la decomposizione) in apposite soluzioni (per esempio, formalina), disidratati, inclusi in paraffina (per renderli consistenti e adatti al taglio) e tagliati in [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?