Mastodinìa. Significato del termine medico 'Mastodinìa' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Mastodinìa

Dolore nevralgico della mammella, che può estendersi alle regioni vicine. È un sintomo comune ad alcuni processi infiammatori (mastite), ma più spesso si manifesta nei giorni che precedono le mestruazioni.che precedono le mestruazioni.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'M'

  • Megacariocito
  • (o megacariocita), cellula presente nel midollo osseo, derivata per maturazione del megacarioblasto, che in seguito a deformazione e frammentazione dà origine alle piastrine [...]
  • Mammella
  • Indice:Struttura anatomica e funzioni fisiologicheognuna delle due strutture ghiandolari poste nella parte anteriore del torace: ipotrofiche nel maschio, le mammelle sono particolarmente sviluppate nelle femmine e destinate alla secrezione del latte per l’alimentazione dei piccoli nel primo periodo di vita. Nei neonati d’ambo i sessi le mammelle presentano una lieve tumefazione e possono secernere gocce di colostro; tale fenomeno può di nuovo comparire all’epoca della pubertà. Per tutta l’età infantile, comunque, le mammelle non appaiono rilevate e il capezzolo ha dimensioni ridotte.Struttura anatomica e funzioni fisiologicheAll’inizio della pubertà, mentre nel maschio -sotto l'azione prevalente degli ormoni androgeni- le ghiandole mammarie si atrofizzano, nella femmina -per effetto dell'azione estrogenica- esse si sviluppano fino a diventare idonee alla lattazione; ne consegue un aumento di volume, che perdura anche quando, in menopausa, viene a cessare l’attività ormonale. Forma e dimensioni variano a seconda dell’età e della costituzione corporea; a volte differenze di volume si riscontrano tra le due mammelle in una stessa persona. Le due mammelle sono separate da un ampio solco (il seno), mentre un altro solco (quello sottomammario), si forma inferiormente tra mammella e torace per effetto della gravità. Al centro della mammella sporge il capezzolo, rilievo cutaneo tondeggiante, rugoso, duro, roseo o bruno, al cui [...]
  • Mucopolisaccaridosi
  • Gruppo di malattie dovute a difetto di origine genetica (a trasmissione autosomica recessiva) di uno degli enzimi lisosomiali deputati alla degradazione dei mucopolisaccaridi. I mucopolisaccaridi, o proteoglicani, sono molecole complesse costituite da una parte proteica e una parte glicidica: i principali sono il dermatansolfato, l'eparansolfato e il cheratansolfato, ma molti di più sono in totale, distribuiti in tutto l'organismo. Il loro accumulo (all'interno dei lisosomi delle cellule parenchimali e mesenchimali) è responsabile di malattie dall'aspetto clinico diverso, che hanno tuttavia in comune il fatto di manifestarsi solo mesi o anni dopo la nascita con: facies caratteristica; deformazioni ossee, tra cui cranio voluminoso, cifosi dorsolombare e contratture degli arti; ipoacusia; cute spessa, irsutismo e capelli radi; ernie ombelicali e inguinali; difetti cardiaci. Queste manifestazioni non sono mai presenti tutte nello stesso soggetto e la frequenza e l'accentuazione [...]
  • Mal di denti
  • Dolore acuto di origine dentaria, continuo o subcontinuo, talvolta pulsante. Si localizza alle arcate mandibolari in corrispondenza [...]
  • Megacarioblasto
  • Cellula immatura presente nel midollo osseo, progenitrice del megacariocito, [...]
  • Mesogastrio
  • Termine con cui si indicano sia la regione addominale corrispondente alla zona [...]
  • Mixedema
  • Particolare aspetto e consistenza della cute caratteristico degli stati di alterata funzionalità tiroidea, e in particolare dell’ipotiroidismo: in conseguenza del rallentato metabolismo osservabile in questa endocrinopatia, che compromette primariamente le funzioni cataboliche, tendono infatti ad accumularsi le sostanze a ricambio più lento, tra cui i mucopolisaccaridi. La loro infiltrazione di cute e tessuto sottocutaneo provoca il caratteristico ispessimento della cute, che si mostra pallida, fredda, secca, mal sollevabile in pieghe e di colore tendente al giallo; l'edema determinato da questo accumulo è di consistenza duro-elastica, con mancata formazione della fovea (impronta) alla pressione digitale. Negli stadi avanzati si osserva una diffusa cheratosi perifollicolare; la sudorazione è assente. Nell’ipotiroidismo il mixedema si [...]
  • Menorragìa
  • Alterazione della mestruazione caratterizzata da un notevole aumento della quantità del flusso (vedi anche: ipermenorrea), a comparsa ciclica regolare; l'ovulazione è generalmente conservata. La diagnosi deve tenere presente la possibilità di miomi uterini, polipi endometriali, adenomiosi, alterazioni emocoagulatorie. Spesso non è evidenziabile alcuna causa: è possibile che si verifichi una diminuzione della secrezione di prostaglandine (del tipo PGF, vasocostrittrici) e un aumento di prostaciclina (vasodilatante). In quest'ultimo caso la terapia si avvale di [...]
  • Manìaco-depressiva, psicosi
  • Vedi psicosi [...]
  • Menisco
  • Fibrocartilagine che si trova interposta tra due superfici adiacenti di alcune articolazioni, al fine di rendere le stesse più stabili ('riempiendo i vuoti'), contribuendo contemporaneamente alla protezione dei capi ossei contrapposti grazie a un effetto cuscinetto; può avere forme diverse [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?