Mòrquio, sìndrome di. Significato del termine medico 'Mòrquio, sìndrome di' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Mòrquio, sìndrome di

Una delle mucopolisaccaridosi.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'M'

  • Mosaicismo
  • Condizione per cui il corredo cromosomico delle cellule di un individuo non è identico in tutte le cellule. Non è di per sé patologica, [...]
  • Marziale, terapìa
  • Terapia a base di ferro. Le principali indicazioni alla terapia marziale sono rappresentate dalle condizioni di deficienza assoluta o relativa di ferro nell'organismo: in linea di massima, anemie sideropeniche (compresa l'eventuale supplementazione di ferro in gravidanza). La terapia marziale è praticabile sia per via (1) orale che per via parenterale: (2) intramuscolare o (3) endovenosa. (1) Nel primo caso, si somministrano sali di ferro (principalmente solfato o gluconato ferroso), possibilmente lontano dai pasti perché non sia ulteriormente ridotta la percentuale del minerale assorbito. L'assunzione di ferro per bocca può provocare stipsi ed epigastralgie (che talora comporta la necessità di somministrazione a stomaco pieno). Le feci possono assumere un colore scuro e la ricerca di sangue occulto si positivizza, dato del quale va [...]
  • Mieloma
  • Indice:EziologiaFisiopatologiaClinicaDiagnosiStadiazioneDecorso e prognosiTerapiao mieloma multiplo o plasmocitoma: tumore delle plasmacellule. Il tumore è localizzato nel midollo osseo, più o meno diffusamente infiltrato da plasmacellule che producono una immunoglobulina monoclonale intatta più un eccesso di catene leggere libere. Nel mieloma tipico le immunoglobuline monoclonali appartengono alla classe IgG nel 50-60%% dei casi, alla classe IgA nel 20%; più raramente ad altre classi (ricordiamo che la produzione di IgM è invece caratteristica di un'altra malattia immunoproliferativa: la macroglobulinemia di Waldenström). In una minoranza di casi, l'immunoglobulina consiste solo di catene leggere; nell'1% dei casi non si ha secrezione di immunoglobuline (mieloma non secernente). EziologiaL'eziologia è sconosciuta.FisiopatologiaIn questa neoplasia si osserva: mielosostituzione fino alla mieloftisi; tossicità renale causata dalle catene leggere che passano il filtro glomerulare, con loro successiva eliminazione nelle urine (proteinuria di Bence-Jones); osteoporosi secondaria alla liberazione da parte delle plasmacellule di fattori attivanti gli osteoclasti: interleuchine(IL-1 e soprattutto IL-6), tumor necrosis factor ecc.; ipercalcemia da riassorbimento osseo e insufficienza renale; deficit immunitario anticorpale e globale; presenza nel plasma della componente monoclonale ('componente M') che provoca emorragie e sindrome da iperviscosità; possibili localizzazioni extramidollari. Caratteristicamente, i mielomi IgG hanno maggior tendenza all'immunodepressione, gli IgA all'ipercalcemia.ClinicaEsordio in età avanzata, mediamente dopo i 60 anni, con sintomatologia dolorosa di origine scheletrica, da osteoporosi, osteolisi o fratture patologiche; le sedi più colpite sono quelle che maggiormente contengono midollo emopoietico: cranio, vertebre, coste, clavicole, scapole, bacino, estremità delle ossa lunghe. Sono presenti, inoltre, astenia da anemia, sintomi neurologici (che vanno dall'irritabilità fino all'encefalopatia e al coma ipercalcemico), insufficienza renale cronica da proteinuria di Bence-Jones aggravata dall'ipercalcemia e da frequenti infezioni delle vie urinarie favorite dall'immunodepressione. Manifestazioni emorragiche da piastrinopatia e inibizione dei fattori emocoagulativi. Sindrome da iperviscosità fino al coma paraproteinemico e allo scompenso cardiocircolatorio. Amiloidosi. Splenomegalia, epatomegalia, linfoadenopatie.DiagnosiOrientata dalla clinica, deve soddisfare diversi criteri. Bisogna infatti dimostrare la presenza di: a) un tessuto neoplastico mielomatoso mediante biopsia osteomidollare; b) una proteina monoclonale nelle urine delle 24 ore; c) lesioni osteolitiche e/o insufficienza renale e/o anemia. Non sempre, però, il quadro è così netto, dal momento che si hanno stadi precoci o scarsamente evolutivi che restano invariati per anni, quadri iperaggressivi e infine quadri del tutto particolari: 1) smoldering mieloma: [...]
  • Metaqualone
  • Farmaco appartenente al gruppo degli ipnotici non barbiturici, con spiccate proprietà depressive sul sistema nervoso centrale. L’azione ipnotica del metaqualone è intensa e di lunga durata; induce un sonno i cui aspetti all’elettroencefalogramma sono quasi identici a quelli del sonno [...]
  • Micròtomo
  • Strumento dotato di una lama molto affilata che è utilizzato per la realizzazione di sezioni [...]
  • Melissa
  • (Melissa officinalis, famiglia Labiate), erba perenne, comune negli orti e nei giardini. Si usano in terapia le sommità fiorite, che contengono un olio essenziale ricco di terpeni, tra cui citronella e citrale, e tannini. È [...]
  • Medicina
  • L’insieme delle pratiche cliniche, diagnostiche e terapeutiche che hanno come finalità il ristabilimento dello stato di salute quando è compromesso e in generale la prevenzione del suo decadimento. La medicina così come si è venuta configurando nell’ultimo secolo è una prassi che accoglie con sempre maggiore ampiezza i contributi delle scienze di indagine sulla natura vivente tra cui la biologia, la biochimica, l’anatomia, l’istologia, la fisiologia, stimolando la ricerca nel campo della farmacologia e delle [...]
  • Montata làttea
  • Fase iniziale della secrezione lattea da parte della ghiandola mammaria; si [...]
  • Malva
  • (Malva silvestris, famiglia Malvacee), pianta medicinale di cui si usano in terapia i fiori o l’intero. I principali costituenti sono le mucillagini. Ha azione perlopiù emolliente e bechica: è quindi usata nelle [...]
  • Mastopatìa fibrocìstica
  • Indice:(o mastosi cistica, o fibrosi cistica iperplastica), displasia mammaria contrassegnata da fenomeni ipertrofici e iperplastici sia dell'epitelio ghiandolare che del connettivo interstiziale: è legata, almeno in parte, a una predisposizione costituzionale, che determina una anomala risposta del tessuto mammario ai normali stimoli estrogenici. La mammella o le mammelle colpite appaiono caratterizzate dalla presenza di piccole cisti, in mezzo alle quali si trova tessuto connettivale di aumentato volume e consistenza. Se bilaterale, interessa diffusamente le mammelle; se monolaterale, predilige l’area supero-esterna. All’interno delle cisti ci può essere liquido trasparente o sangue. Sintomo più frequente è il dolore, che può aumentare alla palpazione o nel periodo che precede le mestruazioni (mastodinia). La mastopatìa fibrocìstica, più frequente nelle donne in età fertile, va controllata [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?