Mòrquio, sìndrome di. Significato del termine medico 'Mòrquio, sìndrome di' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Mòrquio, sìndrome di

Una delle mucopolisaccaridosi.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'M'

  • Midollare
  • Si dice di ciò che riguarda il midollo, sia quello osseo che quello spinale: per esempio, il canale midollare, che scorre lungo l’asse maggiore della diafisi delle ossa lunghe e contiene il [...]
  • Medina, malattìa di
  • Sinonimo di [...]
  • Mantoux, intradermoreazione di
  • Prova diagnostica che consiste nell’iniezione intradermica, sulla faccia palmare dell’avambraccio, di una piccola quantità nota di tubercolina al fine di saggiare la reattività dell’individuo alla tubercolosi. Il test viene letto dopo 72 ore. La [...]
  • Micròtomo
  • Strumento dotato di una lama molto affilata che è utilizzato per la realizzazione di sezioni [...]
  • Milza
  • Indice:Funzioni fisiologicheorgano dell’apparato circolatorio che svolge complesse funzioni nella regolazione qualitativa e quantitativa della massa sanguigna e che ha un ruolo nel sistema immunitario. Occupa gran parte dell’ipocondrio sinistro, dove è situata profondamente nella loggia lienale (o splenica). La milza è un viscere dalla forma di prisma triangolare, con estremità arrotondata, un po’ appiattito, situato sotto il diaframma e sopra la flessura sinistra del colon, tra lo stomaco e il rene, trattenuto essenzialmente dal peritoneo e protetto dalle ultime coste dell’emitorace sinistro. È costituita da un parenchima proprio (polpa splenica o lienale), completamente avvolto da un involucro fibroso ed elastico (capsula splenica), formato da tessuto connettivo e dal rivestimento peritoneale intimamente fusi tra loro. La polpa splenica appare come una sostanza molle, che presenta caratteri differenti: la cosiddetta polpa bianca, costituita da noduli linfatici (noduli lienali del Malpighi), e la polpa rossa, riccamente vascolarizzata da capillari arteriosi e venosi. Alla polpa giungono, provenienti dalla capsula, i segmenti connettivali che penetrano nell’interno e i vasi (quelli afferenti, derivanti dall’arteria splenica o lienale e dal tronco celiaco, e quelli efferenti, tributari della vena lienale che si getta poi nella vena porta), che penetrano attraverso un ilo, avvolti da una guaina derivata dalla capsula e formanti nel tessuto del parenchima una sorta di rete connettivale [...]
  • Microtìa
  • Anomalia di sviluppo dell’orecchio, in cui un padiglione auricolare, pur [...]
  • MAO
  • Sigla di monoaminossidasi, sistema enzimatico presente soprattutto nel tessuto cerebrale e nel fegato, deputato al catabolismo idrolitico delle amine biogene (catecolamine -cioè adrenalina, noradrenalina, [...]
  • Mola vescicolare
  • (o mola idatiforme), tumore benigno dell’utero che deriva dallo sviluppo parziale di un uovo. La mola è una patologia della gravidanza caratterizzata da una anomalia di sviluppo della placenta, nella quale i villi coriali si rigonfiano e si distendono per la presenza di fluido, come risultato di modificazioni neoplastiche. La placenta, così, assomiglia a un grappolo d'uva, con molte centinaia di vescicole di dimensioni variabili da una testa di spillo a una ciliegia. Solitamente non è presente un feto, ma -raramente- se ne può trovare uno in una mola parziale. I sintomi sono inizialmente simili a quelli della gravidanza, ma più accentuati, con nausea e vomito intensi; compaiono quindi perdite ematiche (metrorragia), talvolta associate all’espulsione di qualche vescichetta. Il sanguinamento si verifica tardivamente nel primo o all'inizio del secondo trimestre. La diagnosi è [...]
  • Muffa
  • Nome generico di funghi diversi, capaci di coprire con [...]
  • Morfea
  • Lesione cutanea a chiazze di tipo [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?