Mùrmure vescicolare. Significato del termine medico 'Mùrmure vescicolare' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Mùrmure vescicolare

Rumore dolce che si apprezza all’auscultazione toracica durante tutta la fase respiratoria. È generato dal movimento di entrata e uscita dell’aria dagli alveoli. È ridotto nel caso di ostacolato flusso di aria nell’albero tracheobronchiale o qualora venga meno la ventilazione alveolare (enfisema, atelettasia, tumori, focolai infiammatori), e di falde aeree o liquide interposte tra polmone e fonendoscopio (versamenti, pneumotorace).Rumore dolce che si apprezza all’auscultazione toracica durante tutta la fase respiratoria. È generato dal movimento di entrata e uscita dell’aria dagli alveoli. È ridotto nel



caso di ostacolato flusso di aria nell’albero tracheobronchiale o qualora venga meno la ventilazione alveolare (enfisema, atelettasia, tumori, focolai infiammatori), e di falde aeree o liquide interposte tra polmone e fonendoscopio (versamenti, pneumotorace).

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'M'

  • Mielite
  • Processo infiammatorio del midollo spinale. La mielite può interessare prevalentemente la sostanza bianca (leucomielite) o la sostanza grigia (poliomielite); può essere localizzata o diffusa; può interessare tutto il sistema nervoso centrale (encefalomielite) e diffondersi alle meningi (meningomielite). Si distinguono mieliti primarie, in cui l’agente causale interessa primitivamente il midollo (poliovirus, virus della rabbia, virus dell’herpes zoster ecc.); e mieliti secondarie, in cui l’agente si diffonde al midollo provenendo da una diversa localizzazione (encefalomieliti para-infettive e postvacciniche, metastatiche). Le mieliti metastatiche e le meningomieliti sono dovute alla diffusione al midollo di germi patogeni provenienti da un’altra parte del corpo [...]
  • Micetoma
  • Sinonimo di [...]
  • Monocitosi
  • Aumento patologico del numero assoluto dei monociti circolanti. È possibile riscontrarla in numerose patologie: 1. infettive (endocardite batterica subacuta, tubercolosi, brucellosi, rickettsiosi, malaria, leishmaniosi); 2. granulomatose (sarcoidosi, morbo di Crohn); 3. [...]
  • Malnutrizione
  • Disordine della nutrizione. Può essere classificata in due forme: malnutrizione primitiva, in cui si ha un errato apporto alimentare, insufficiente o eccessivo; e malnutrizione secondaria (spesso dipendente da malattie), in cui si riscontrano alterazioni dei processi di digestione, assorbimento, trasporto, immagazzinamento, metabolismo o eliminazione delle sostanze nutritive. La malnutrizione in eccesso [...]
  • Meròcrina
  • Si dice di ghiandola che si limita a secernere i propri prodotti senza cedere [...]
  • Miocardiosclerosi
  • Progressiva fibrosi del miocardio, che può instaurarsi come evoluzione di patologie cardiache, sia su base vascolare (arteriosclerosi coronarica, macroangiopatia diabetica ecc.), sia dovute a senescenza [...]
  • Macrosomìa
  • Esagerato sviluppo delle dimensioni corporee; se ne conoscono varie forme: macrosomìa di Lombroso e Taruffi, o sindrome acromegalica; macrosomìa ipertimica ipoevolutiva o sindrome di Pende; macrosomìa pituitarica, o gigantismo iperpituitarico da GH. Si parla di [...]
  • Mastodinìa
  • Dolore nevralgico della mammella, che può estendersi alle regioni vicine. È un sintomo comune ad alcuni [...]
  • Mieloma
  • Indice:EziologiaFisiopatologiaClinicaDiagnosiStadiazioneDecorso e prognosiTerapiao mieloma multiplo o plasmocitoma: tumore delle plasmacellule. Il tumore è localizzato nel midollo osseo, più o meno diffusamente infiltrato da plasmacellule che producono una immunoglobulina monoclonale intatta più un eccesso di catene leggere libere. Nel mieloma tipico le immunoglobuline monoclonali appartengono alla classe IgG nel 50-60%% dei casi, alla classe IgA nel 20%; più raramente ad altre classi (ricordiamo che la produzione di IgM è invece caratteristica di un'altra malattia immunoproliferativa: la macroglobulinemia di Waldenström). In una minoranza di casi, l'immunoglobulina consiste solo di catene leggere; nell'1% dei casi non si ha secrezione di immunoglobuline (mieloma non secernente). EziologiaL'eziologia è sconosciuta.FisiopatologiaIn questa neoplasia si osserva: mielosostituzione fino alla mieloftisi; tossicità renale causata dalle catene leggere che passano il filtro glomerulare, con loro successiva eliminazione nelle urine (proteinuria di Bence-Jones); osteoporosi secondaria alla liberazione da parte delle plasmacellule di fattori attivanti gli osteoclasti: interleuchine(IL-1 e soprattutto IL-6), tumor necrosis factor ecc.; ipercalcemia da riassorbimento osseo e insufficienza renale; deficit immunitario anticorpale e globale; presenza nel plasma della componente monoclonale ('componente M') che provoca emorragie e sindrome da iperviscosità; possibili localizzazioni extramidollari. Caratteristicamente, i mielomi IgG hanno maggior tendenza all'immunodepressione, gli IgA all'ipercalcemia.ClinicaEsordio in età avanzata, mediamente dopo i 60 anni, con sintomatologia dolorosa di origine scheletrica, da osteoporosi, osteolisi o fratture patologiche; le sedi più colpite sono quelle che maggiormente contengono midollo emopoietico: cranio, vertebre, coste, clavicole, scapole, bacino, estremità delle ossa lunghe. Sono presenti, inoltre, astenia da anemia, sintomi neurologici (che vanno dall'irritabilità fino all'encefalopatia e al coma ipercalcemico), insufficienza renale cronica da proteinuria di Bence-Jones aggravata dall'ipercalcemia e da frequenti infezioni delle vie urinarie favorite dall'immunodepressione. Manifestazioni emorragiche da piastrinopatia e inibizione dei fattori emocoagulativi. Sindrome da iperviscosità fino al coma paraproteinemico e allo scompenso cardiocircolatorio. Amiloidosi. Splenomegalia, epatomegalia, linfoadenopatie.DiagnosiOrientata dalla clinica, deve soddisfare diversi criteri. Bisogna infatti dimostrare la presenza di: a) un tessuto neoplastico mielomatoso mediante biopsia osteomidollare; b) una proteina monoclonale nelle urine delle 24 ore; c) lesioni osteolitiche e/o insufficienza renale e/o anemia. Non sempre, però, il quadro è così netto, dal momento che si hanno stadi precoci o scarsamente evolutivi che restano invariati per anni, quadri iperaggressivi e infine quadri del tutto particolari: 1) smoldering mieloma: [...]
  • Morte improvvisa del lattante
  • O SIDS (Sudden Infant Death Syndrome), morte improvvisa e inaspettata di un lattante che all'esame autoptico completo non riveli una causa adeguata. Detta impropriamente anche 'morte nella culla', è la più frequente causa di morte nel primo anno di vita, se si eccettua il periodo neonatale. Il picco d'incidenza è tra il 2° e il 4° mese di vita, con prevalenza fra i maschi: queste, come altre (maggior incidenza nei neri e negli indiani americani, di condizioni sociali modeste, prematuri o di basso peso alla nascita, durante i mesi invernali, nei centri urbani, di notte ecc.), sono tuttavia solo caratteristiche epidemiologiche della SIDS, che non hanno ancora condotto a una diagnosi eziologica. Ancora oggi, infatti, la causa o le cause della SIDS non sono state identificate: [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?