Mùrmure vescicolare. Significato del termine medico 'Mùrmure vescicolare' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Mùrmure vescicolare

Rumore dolce che si apprezza all’auscultazione toracica durante tutta la fase respiratoria. È generato dal movimento di entrata e uscita dell’aria dagli alveoli. È ridotto nel caso di ostacolato flusso di aria nell’albero tracheobronchiale o qualora venga meno la ventilazione alveolare (enfisema, atelettasia, tumori, focolai infiammatori), e di falde aeree o liquide interposte tra polmone e fonendoscopio (versamenti, pneumotorace).Rumore dolce che si apprezza all’auscultazione toracica durante tutta la fase respiratoria. È generato dal movimento di entrata e uscita dell’aria dagli alveoli. È ridotto nel



caso di ostacolato flusso di aria nell’albero tracheobronchiale o qualora venga meno la ventilazione alveolare (enfisema, atelettasia, tumori, focolai infiammatori), e di falde aeree o liquide interposte tra polmone e fonendoscopio (versamenti, pneumotorace).

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'M'

  • Meiopragìa
  • Condizione di ridotta funzione di un organo o [...]
  • May-Grünwald-Giemsa, colorazione di
  • Tecnica di laboratorio che utilizza una mistura di blu di metilene e di eosina [...]
  • Miocamicina
  • Farmaco antibiotico ad ampio spettro appartenente alla famiglia dei macrolidi, dotato di azione batteriostatica e battericida, a seconda della concentrazione impiegata. I suoi vantaggi principali sono costituiti dalla discreta la tollerabilità [...]
  • Mallèolo
  • Ciascuna delle due sporgenze ossee ben visibili situate all’estremità della gamba su entrambi i lati della caviglia. Il mallèolo interno o mediale è formato [...]
  • Mucina
  • Glicoproteina che costituisce il principale componente del muco e che si trova anche nel secreto delle ghiandole digestive e nel [...]
  • Medicina
  • L’insieme delle pratiche cliniche, diagnostiche e terapeutiche che hanno come finalità il ristabilimento dello stato di salute quando è compromesso e in generale la prevenzione del suo decadimento. La medicina così come si è venuta configurando nell’ultimo secolo è una prassi che accoglie con sempre maggiore ampiezza i contributi delle scienze di indagine sulla natura vivente tra cui la biologia, la biochimica, l’anatomia, l’istologia, la fisiologia, stimolando la ricerca nel campo della farmacologia e delle [...]
  • Mielinizzazione
  • Processo di formazione della guaina mielinica, che inizia durante la vita endouterina e si completa dopo la nascita. Alla costituzione della guaina mielinica (rivestimento degli assoni, a [...]
  • Microorganismo
  • Sinonimo di [...]
  • Methotrexate
  • Farmaco antitumorale del gruppo degli antimetaboliti. Il methotrexate è in grado di inibire l’enzima diidrofolatoreduttasi, che interviene nel metabolismo dell’acido folico, vitamina essenziale per la sintesi degli acidi nucleici (DNA e RNA) delle cellule; tale azione, però, è reversibile. A tutt’oggi il methotrexate è considerato uno degli agenti antiblastici più attivi. Nefro- ed epatotossico, il farmaco è stato associato anche a casi di polmonite. Le sue indicazioni terapeutiche vanno dalla [...]
  • Milza
  • Indice:Funzioni fisiologicheorgano dell’apparato circolatorio che svolge complesse funzioni nella regolazione qualitativa e quantitativa della massa sanguigna e che ha un ruolo nel sistema immunitario. Occupa gran parte dell’ipocondrio sinistro, dove è situata profondamente nella loggia lienale (o splenica). La milza è un viscere dalla forma di prisma triangolare, con estremità arrotondata, un po’ appiattito, situato sotto il diaframma e sopra la flessura sinistra del colon, tra lo stomaco e il rene, trattenuto essenzialmente dal peritoneo e protetto dalle ultime coste dell’emitorace sinistro. È costituita da un parenchima proprio (polpa splenica o lienale), completamente avvolto da un involucro fibroso ed elastico (capsula splenica), formato da tessuto connettivo e dal rivestimento peritoneale intimamente fusi tra loro. La polpa splenica appare come una sostanza molle, che presenta caratteri differenti: la cosiddetta polpa bianca, costituita da noduli linfatici (noduli lienali del Malpighi), e la polpa rossa, riccamente vascolarizzata da capillari arteriosi e venosi. Alla polpa giungono, provenienti dalla capsula, i segmenti connettivali che penetrano nell’interno e i vasi (quelli afferenti, derivanti dall’arteria splenica o lienale e dal tronco celiaco, e quelli efferenti, tributari della vena lienale che si getta poi nella vena porta), che penetrano attraverso un ilo, avvolti da una guaina derivata dalla capsula e formanti nel tessuto del parenchima una sorta di rete connettivale [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?