Pallestesìa. Significato del termine medico 'Pallestesìa' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Pallestesìa

Sensibilità profonda a localizzazione ossea, caratterizzata da particolari sensazioni quando venga appoggiato su un osso superficiale un diapason in vibrazione. Può essere alterata per lesioni che distruggano i cordoni posteriori del midollo spinale, le radici nervose posteriori, la corteccia, il centro ovale, la capsula interna.distruggano i cordoni posteriori del midollo spinale, le radici nervose posteriori, la corteccia, il centro ovale, la capsula interna.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'P'

  • Piressìa
  • Sinonimo di [...]
  • Plurigèmino
  • Si dice di parto o gravidanza che [...]
  • Piodermite
  • Dermatite suppurativa, detta anche dermatite piogenica, provocata e sostenuta da germi piogeni (streptococchi e stafilococchi). Si manifesta con bolle, pustole e croste, circondate da un alone, che dal rosso vivo periferico passa a un rosso viola centrale. L’eventuale interessamento dei vasi linfatici regionali si evidenzia con linfangiti e quello dei nodi [...]
  • Percutànea, via
  • Via di somministrazione dei farmaci [...]
  • Phon
  • Unità di misura psicofisica delle curve di [...]
  • Perizia
  • Documento medico-legale circostanziato redatto da un esperto nella materia per verificare la causa di un [...]
  • Pirosi
  • Sensazione di acidità o bruciore alle fauci e nelle regioni retrosternale ed epigastrica. È presente nelle condizioni legate a un’eccessiva quantità di acido cloridrico nel succo gastrico (esofagiti, gastriti e duodeniti, ulcere peptiche), in corso di ernia [...]
  • Poliovirus hòminis
  • (famiglia Picornaviridae, gen. Enterovirus), virus a [...]
  • Prolasso mitràlico
  • Alterazione della valvola mitralica del cuore e del suo apparato di sostegno (anello fibroso, corde tendinee), che causa un imperfetto funzionamento della valvola stessa. L’origine è perlopiù ignota, anche se spesso può verificarsi nei soggetti affetti da febbre reumatica, da valvulopatia reumatica, da cardiopatia ischemica, da anomalie diffuse a carico del tessuto connettivale (come nella sindrome di Marfan). Il prolasso mitràlico colpisce prevalentemente il sesso femminile, con una maggior incidenza nella fascia d’età compresa fra i 14 e i 30 anni. La particolare frequenza del disturbo in certi gruppi familiari suggerisce una possibile [...]
  • Paràlisi cerebrali infantili
  • Vasto ed eterogeneo gruppo di patologie neuromotorie precoci che hanno in comune un disturbo motorio di origine cerebrale, esito di un danno al sistema nervoso centrale verificatosi in un periodo che va da quello prenatale a 6 mesi dopo la nascita. La frequenza nella popolazione è molto alta (2-7 per mille). Caratteristiche sono la precocità della sintomatologia, più o meno grave, e la non progressività della lesione. Le cause sono molteplici e possono dare quadri con sintomatologia di accompagnamento molto diversi. Tra questi ricordiamo: ipoglicemia; ipocalcemia e ipomagnesiemia; iposodiemia con iperpotassiemia; ipopotassiemia con ipersodiemia; alterazioni dell’equilibrio acido-base; ipotiroidismo. Anche i neonati di madre tossicodipendente possono rientrare in questo quadro patologico. La diagnosi si basa sull’esame obiettivo neurologico e su esami strumentali: radiografia del cranio e del bacino; esame oftalmoscopico e, appena possibile, una valutazione del campo visivo; elettroencefalogramma, TAC per valutare sede ed entità della lesione. Possono essere associati accertamenti specifici in relazione [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?