Petecchia. Significato del termine medico 'Petecchia' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Petecchia

Emorragia di piccole dimensioni, o puntiforme, con sede nel derma cutaneo o nel corion di una mucosa. È dovuta a fragilità dei capillari, ma si riscontra di frequente nelle sindromi emorragiche, nelle leucemie, nelle gravi malattie del fegato ecc.di frequente nelle sindromi emorragiche, nelle leucemie, nelle gravi malattie del fegato ecc.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'P'

  • Piosalpinge
  • Indice:raccolta di pus nella salpinge, dovuta a un processo infiammatorio provocato, nella [...]
  • Psicomotricità
  • Rapporto tra funzioni psichiche e attività motorie, che viene studiato soprattutto dal punto di vista dell’acquisizione della capacità di [...]
  • Peristalsi
  • Insieme di contrazioni fisiologiche, non controllate dalla volontà, caratteristiche degli organi cavi dotati di muscolatura liscia; in particolare, nell’intestino consente la progressione del chimo dal duodeno al retto. I movimenti peristaltici consistono nell’avanzamento di una profonda contrazione circolare dell’intestino (onda peristaltica) che si forma in seguito alla distensione meccanica della parete. Onde peristaltiche si osservano non solo nell’intestino tenue e nel colon, ma anche nell’esofago, nello stomaco e in alcuni distretti extra-gastrointestinali, come gli ureteri e le tube uterine. L’attività peristaltica del tubo digerente è dovuta alla presenza nella parete intestinale di un plesso nervoso (plesso mioenterico di Auerbach), i cui neuroni vengono attivati dalla distensione della mucosa, determinando in risposta la contrazione [...]
  • Polimialgia reumatica
  • Malattia reumatica che interessa di regola persone oltre i 50 anni, con dolore e rigidità dei muscoli della coscia e del braccio. L’insorgenza può essere insidiosa o acuta, associata a affaticabilità e febbre. La [...]
  • Parto prematuro
  • (o parto pretermine), parto che avviene tra il 180° e il 265° giorno a partire dall’ultima mestruazione. La frequenza oscilla tra il 6% e il 15% di tutti i parti. È responsabile dell’85% delle malattie prenatali e della mortalità neonatale. Il rischio di mortalità neonatale è molto alto fino a 230 giorni e diventa di poco superiore a quello dei nati a termine dopo 242 giorni. Il parto prematuro può essere dovuto a cause materne (malattie acute o croniche come diabete, ipertensione, gestosi del 3° trimestre, malattie infettive), oppure ad alterazioni strutturali dell’utero (insufficienza cervico-segmentaria e fibromi), o a cause fetali (gemellarità, situazione trasversa, morte intrauterina del feto) [...]
  • Peso ideale
  • Peso corporeo ottimale legato al più basso indice di mortalità, come risulta da indagini statistiche su larga scala promosse ed elaborate per conto delle compagnie di assicurazione sulla vita. Il concetto manca dunque di una base scientifica assodata, tuttavia è stato adottato come punto di riferimento nei calcoli dei fabbisogni calorici e nella formulazione degli obiettivi delle diete dimagranti. Secondo la regola generica di Broca, la determinazione del peso normale [...]
  • Pessi
  • Intervento chirurgico mediante il quale si fissa un organo in posizione fisiologica, correggendone l’inclinazione (per esempio, retroversione dell’utero), l’abbassamento (per esempio, ptosi renale), [...]
  • Poliovirus hòminis
  • (famiglia Picornaviridae, gen. Enterovirus), virus a [...]
  • Parodontite
  • (o paradentite, o periodontite), processo infiammatorio a carico del paradonto profondo. La parodontite semplice è la più frequente: decorre in forma cronica, di solito a partire da una gengivite marginale non curata, formando una tasca patologica con riassorbimento dell’osso alveolare; le gengive sono tumefatte e facilmente sanguinanti; in seguito si ha il riassorbimento osseo e, se non curata, la distruzione del supporto parodontale e il vacillamento dei denti interessati. La parodontite complessa è caratterizzata da distruzione ossea verticale e profonde tasche; [...]
  • Pirùvico, àcido
  • Prodotto intermedio del metabolismo dei carboidrati e di vari aminoacidi; si forma nei muscoli per ossidazione del glucosio. Durante l’attività muscolare è poi ridotto ad acido lattico, in presenza di NAD; a riposo è utilizzato [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?