Pùstola. Significato del termine medico 'Pùstola' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Pùstola

Piccola raccolta di pus nello spessore dell’epidermide. È caratteristica di varie dermatiti batteriche (piodermiti, ostiofollicoliti, sicosi stafilococciche, idrosadeniti, acne); può essere semplice, oppure costituita da raccolte multiple confluenti. Se insorge in forma primitiva prende il nome di pùstola primaria, se invece si manifesta preceduta da altre lesioni dermatologiche viene chiamata pùstola secondaria. I germi responsabili di questa alterazione sono quelli caratteristici delle infiammazioni purulente (stafilococchi, streptococchi, gonococco ecc.).Piccola raccolta di pus nello spessore dell’epidermide. È caratteristica di varie dermatiti batteriche (piodermiti, ostiofollicoliti, sicosi stafilococciche, idrosadeniti, acne); può essere semplice, oppure costituita da raccolte



multiple confluenti. Se insorge in forma primitiva prende il nome di pùstola primaria, se invece si manifesta preceduta da altre lesioni dermatologiche viene chiamata pùstola secondaria. I germi responsabili di questa alterazione sono quelli caratteristici delle infiammazioni purulente (stafilococchi, streptococchi, gonococco ecc.).

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'P'

  • Pròstata, ipertrofìa della
  • Affezione della prostata, che si presenta aumentata di volume per la presenza di un adenoma prostatico. Le dimensioni di tale adenoma sono variabili; in conseguenza della localizzazione e delle dimensioni raggiunte si manifestano sintomi, per lo più urinari, di diversa entità. Il soggetto colpito lamenta di dover urinare spesso (pollachiuria); a volte riferisce anche che l’emissione delle urine è ritardata o che il getto urinario è deviato; ciò è dovuto alla compressione esercitata dall’adenoma sull’uretra. Essendo difficile svuotare completamente la vescica, si possono avere più facilmente infezioni urinarie, le quali provocano oltre alla pollachiuria anche bruciori durante la minzione (stranguria). Altra possibile complicazione è l’incontinenza [...]
  • Polisierosite
  • Processo infiammatorio che interessa contemporaneamente più membrane sierose (pleura, pericardio, peritoneo). Si manifesta con febbre, dolori toracici, retrosternali e addominali, tosse, accumulo di liquido (versamento) nelle cavità pleuriche, pericardica e peritoneale. Se non si interviene con terapia adeguata, si possono formare in queste cavità aderenze fibrose, che [...]
  • Pettorali
  • Nome di due muscoli del petto: il grande pettorale e il piccolo pettorale. Il grande pettorale, abbastanza largo, è piatto, di forma triangolare, e partendo dalla doccia del bicipite, posta sull’omero, si estende sull’area anterolaterale del torace; rende possibili i movimenti di [...]
  • Polpa dentaria
  • Sostanza molle, formata da tessuto connettivo ricco di fibre, cellule, [...]
  • Portata circolatoria
  • Quantità di sangue pompato dal cuore nel circolo periferico in un minuto; è il [...]
  • Pressione oncòtica
  • Pressione osmotica esercitata dalle proteine circolanti nel plasma. In pratica, la pressione oncòtica equivale alla forza di attrazione che le proteine esercitano nei confronti dei liquidi. La pressione oncòtica del plasma si aggira intorno ai 20-25 mmHg: in condizioni normali viene mantenuto uno stato di equilibrio, che porta a una ripartizione dell’acqua tra plasma e spazio interstiziale (cioè tutto lo spazio al di fuori dei vasi e delle cellule). Dato che la principale proteina plasmatica è l’albumina, è questa che contribuisce in maggior parte alla [...]
  • Protesi oculìstica
  • Vedi occhiali. [...]
  • Piramidale, sistema
  • (o via piramidale), sistema di vie nervose che provvedono ai movimenti volontari, costituito da fibre motrici che originano dalla parte posteriore dei lobi frontali della corteccia cerebrale e terminano nei centri nervosi del ponte [...]
  • Pelo
  • Annesso cutaneo costituito prevalentemente di cheratina, che si presenta come un sottilissimo bastoncino, in parte sporgente dalla cute e in parte contenuto in un’infossatura dell’epidermide, il follicolo pilifero. La parte esterna del pelo è detta fusto, quella interna radice. Nel punto di passaggio fra radice e fusto si nota una leggera strozzatura (colletto del pelo); il fusto ha sezione variabile (ovale, circolare, triangolare), superficie liscia, apice appuntito. La superficie del pelo è costituita da cellule corneificate lamellari, al di sotto delle quali si trovano cellule pigmentate e all’interno cellule cubiche, tra le quali si trovano spazi contenenti aria. Lo strato interno è detto midollare, quello intermedio corticale, quello esterno cuticola, alla quale, nella radice, si addossa una guaina epiteliale. Quest’ultima riveste una papilla dermica riccamente irrorata, il bulbo del pelo, e costituisce la matrice del pelo, da cui si formano tutti i suoi [...]
  • Pacchioni, granulazioni del
  • Piccole formazioni corpuscolari presenti fra le meningi, costituite da evaginazioni dell’aracnoide, di colore bianco grigiastro e grandezza di un grano di miglio; assenti nei bambini, si sviluppano verso il 10°-12° [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?