Sclerosi laterale amiotrofica. Significato del termine medico 'Sclerosi laterale amiotrofica' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Sclerosi laterale amiotrofica

Malattia degenerativa del midollo spinale che interessa le cellule motrici delle corna anteriori del midollo spinale e quelle del fascio piramidale, provocando un’atrofia progressiva dei muscoli fino alla paralisi. La compromissione piramidale è evidenziata dalla spasticità e dall’aumento dei riflessi osteo-tendinei. Bilateralmente si osserva il segno di Babinski. Tra i sintomi anche la presenza di crampi muscolari e di fascicolazioni, mentre la sensibilità non è compromessa. La malattia è progressiva, a evoluzione cronica e letale tra i due e i sette anni per paralisi dei centri bulbari. Sebbene non esiste terapia efficace comprovata, recenti studi hanno evidenziato una parziale efficacia della combinazione di rizulolo, minociclina e nimodipina. Restano invece fondamentali le terapie fisiche e occupazionali per mantenere al massimo la forza e l’uso dei muscoli.Malattia degenerativa del midollo spinale che interessa le cellule motrici delle corna anteriori del midollo spinale e quelle del fascio piramidale, provocando un’atrofia progressiva dei muscoli



fino alla paralisi. La compromissione piramidale è evidenziata dalla spasticità e dall’aumento dei riflessi osteo-tendinei. Bilateralmente si osserva il segno di Babinski. Tra i sintomi anche la presenza di crampi muscolari e di fascicolazioni, mentre la sensibilità non è compromessa. La malattia è progressiva, a evoluzione cronica e letale tra i due e i sette anni per paralisi dei centri bulbari. Sebbene non esiste terapia efficace comprovata, recenti studi hanno evidenziato una parziale efficacia della combinazione di rizulolo, minociclina e nimodipina. Restano invece fondamentali le terapie fisiche e occupazionali per mantenere al massimo la forza e l’uso dei muscoli.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'S'

  • Shigellosi
  • (o dissenteria bacillare), malattia infettiva causata dai batteri Shigella dysenteriae, Shigella flexneri, Shigella bovidi (o sonnei). Il contagio avviene per via diretta dal malato o dal portatore, secondo la via fecale-orale; o per via indiretta, tramite servizi sanitari e oggetti di pubblico uso contaminati. La shigellosi [...]
  • Sessualità
  • Indice:Sesso, norma e saluteLe fasi evolutive della sessualitàinsieme degli impulsi e dei caratteri che riguardano il sesso e che insieme a elementi affettivi e socio-culturali determinano il comportamento sessuale degli individui.Sesso, norma e saluteTroppo spesso si fa coincidere la sessualità con la genitalità, riducendola al coito, mentre essa è un aspetto integrante della personalità umana e caratterizza ognuno nei gesti quotidiani, nei comportamenti, nelle espressioni e relazioni di ogni genere. Trattando la sessualità è necessario chiarire il concetto di normalità e quello di salute. Esistono diversi criteri per valutare la normalità: il criterio statistico, secondo il quale è normale il comportamento più diffuso in un determinato gruppo; il criterio biologico, per il quale un comportamento sessuale è normale se permette l’esplicarsi della funzione procreativa alla quale l’apparato genitale è preposto; infine il criterio etico, secondo il quale il comportamento deve obbedire a quell’insieme di regole che si ispirano ai valori che il gruppo condivide. Questi criteri di normalità tendono a sovrapporsi e confondersi; inoltre non sono immutabili e assoluti, poiché variano in rapporto alle aree geografiche, alle culture e al periodo storico. Attualmente la sessuologia considera accettabili i comportamenti desiderati e apprezzati dal singolo nell’autoerotismo e dalla coppia, purché non arrechino danno a sé e ad altri e si inseriscano armonicamente in una personalità equilibrata e capace di relazioni affettive. È necessario chiarire, inoltre, che sovente si confonde il concetto di normalità sessuale con quello di salute: infatti molti riducono la salute sessuale all’adesione ai modelli precostituiti di comportamento, ma tale sovrapposizione risulta arbitraria. In realtà la salute di un individuo dipende da una condizione di equilibrio e benessere strettamente personali. Tuttavia questo benessere è largamente condizionato dal consenso o dall’emarginazione sociali. Così un omosessuale che viva come un peso l’emarginazione e la condanna sociale del suo comportamento (anormale secondo un criterio biologico e statistico e condannato spesso sul piano morale) soffrirà della sua condizione, e il suo equilibrio sarà compromesso; si troverà allora in uno stato di mancanza di salute, e quindi di malattia.Le fasi evolutive della sessualitàL’evoluzione della sessualità di ogni individuo attraversa tre stadi: infantile, adolescenziale e adulto. La sessualità infantile ha carattere di curiosità, scoperta e sperimentazione delle relazioni affettive e delle sensazioni che il corpo può trasmettere; è fondamentale alla strutturazione delle [...]
  • Soluzione fisiològica
  • Soluzione di acqua distillata contenente sali inorganici (cloruro di sodio, cloruro di potassio) in concentrazione tale da avere la stessa tonicità del liquido plasmatico e non esercitare alcuna azione dannosa sui globuli rossi. Ampiamente usata per via endovenosa allo [...]
  • Sterilizzazione (contaccezione)
  • Atto mediante il quale si priva, perlopiù definitivamente, l’uomo o la donna [...]
  • Shunt
  • Indice:Lo shunt circolatoriocomunicazione diretta tra due canali strutturalmente separati di uno stesso apparato conduttore (sistema cardiovascolare, apparato digestivo ecc.): può stabilirsi per cause fisiopatologiche o può essere realizzato artificialmente, come quello tra arteria e vena radiali nel braccio per effettuare l’emodialisi.Lo shunt circolatorioParticolare importanza in campo patologico hanno le situazioni di shunt circolatorio nelle quali si ha una comunicazione tra la circolazione sistemica e la circolazione polmonare a livello centrale, cioè delle camere cardiache o dei grossi tronchi vascolari. La presenza di uno shunt circolatorio è una delle caratteristiche tipiche delle malformazioni cardiovascolari congenite o (più raramente) acquisite. Tale presenza mette in comunicazione i distretti destro e sinistro del cuore e, a seconda della direzione che la corrente sanguigna assume nel passare da un distretto all’altro, si possono distinguere uno shunt destro-sinistro e uno shunt sinistro-destro. Nel primo caso (che si verifica quando esistono lesioni ostruttive in un punto della circolazione destra, per esempio, l’atresia o la stenosi della valvola tricuspide, l’ipertensione polmonare o la trasposizione di grossi vasi o la persistenza del tronco arterioso) si ha un mescolamento di sangue venoso (proveniente dalla circolazione destra e non sottoposto a ossigenazione polmonare) e [...]
  • Scroto
  • Sacca muscolomembranosa che contiene i due testicoli e il primo tratto dei funicoli spermatici. È situato nel perineo anteriore immediatamente sotto il pene, a cui è collegato, e ha dimensioni variabili non solo individuali, ma nello stesso [...]
  • Sensibilità
  • Indice:La trasmissione dei segnali sensitiviStrutture nervose della sensibilitàIl ruolo del sistema nervoso centraleattitudine a percepire, attraverso lo stimolo dei recettori nervosi periferici, le informazioni relative allo stato e ai cambiamenti delle condizioni interne e ambientali.La trasmissione dei segnali sensitiviI segnali sensitivi nascono dalla stimolazione dei recettori, che in alcuni casi sono posti in organi e apparati speciali (della vista, dell’udito, del gusto, dell’olfatto), altre volte sono situati alla superficie del corpo o nella compagine degli organi (recettori pressotattili, dolorifici, termici, propriocettivi). Nei recettori periferici gli stimoli vengono trasformati in impulsi che lungo i nervi sensitivi corrono verso i centri nervosi superiori. La discriminazione sensoriale, cioè il riconoscimento della natura dello stimolo sensitivo, avviene a livello dei centri nervosi; l’attivazione di un certo gruppo di fibre afferenti, in qualsiasi modo venga ottenuta, determina costantemente la stessa sensazione.Strutture nervose della sensibilitàDal punto di vista anatomico tali fibre si identificano nei prolungamenti periferici di cellule “a T” situate nei gangli sensitivi delle radici posteriori del midollo spinale. I prolungamenti periferici delle cellule a T prendono contatto con i recettori situati nei diversi tessuti, mentre i prolungamenti centrali entrano nel midollo dalle radici posteriori, risalendo verso i centri nervosi encefalici dopo avere inviato rami collaterali a neuroni dello stesso segmento o di segmenti vicini midollari. Nel risalire il midollo, le fibre sensitive costituiscono due distinte vie: i funicoli posteriori di Goll e di Burdach, e i tratti spinotalamici. Le fibre dei funicoli posteriori conducono i segnali inerenti alle sensibilità epicritiche, cioè quelle più fini e discriminative, come la sensibilità propriocettiva e quella tattile; i tratti spinotalamici trasmettono invece le forme di sensibilità grossolana e non discriminativa (sensibilità protopatica), quali sono la sensibilità pressoria cutanea, la sensibilità termica e la sensibilità dolorifica. La sensibilità tattile, dolorifica e termica relativa alla faccia fa capo a una [...]
  • Seno coronario
  • Punto di raccolta delle vene cardiache nella parte posteriore del [...]
  • Spondilolisi
  • Frattura vertebrale che si verifica tra l’arco anteriore e quello posteriore [...]
  • Sinergici
  • Si dice dei muscoli che concorrono con altri a determinare un’azione; il termine è usato in contrapposizione ad antagonisti. [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?