Sclerosi laterale amiotrofica. Significato del termine medico 'Sclerosi laterale amiotrofica' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Sclerosi laterale amiotrofica

Malattia degenerativa del midollo spinale che interessa le cellule motrici delle corna anteriori del midollo spinale e quelle del fascio piramidale, provocando un’atrofia progressiva dei muscoli fino alla paralisi. La compromissione piramidale è evidenziata dalla spasticità e dall’aumento dei riflessi osteo-tendinei. Bilateralmente si osserva il segno di Babinski. Tra i sintomi anche la presenza di crampi muscolari e di fascicolazioni, mentre la sensibilità non è compromessa. La malattia è progressiva, a evoluzione cronica e letale tra i due e i sette anni per paralisi dei centri bulbari. Sebbene non esiste terapia efficace comprovata, recenti studi hanno evidenziato una parziale efficacia della combinazione di rizulolo, minociclina e nimodipina. Restano invece fondamentali le terapie fisiche e occupazionali per mantenere al massimo la forza e l’uso dei muscoli.Malattia degenerativa del midollo spinale che interessa le cellule motrici delle corna anteriori del midollo spinale e quelle del fascio piramidale, provocando un’atrofia progressiva dei muscoli



fino alla paralisi. La compromissione piramidale è evidenziata dalla spasticità e dall’aumento dei riflessi osteo-tendinei. Bilateralmente si osserva il segno di Babinski. Tra i sintomi anche la presenza di crampi muscolari e di fascicolazioni, mentre la sensibilità non è compromessa. La malattia è progressiva, a evoluzione cronica e letale tra i due e i sette anni per paralisi dei centri bulbari. Sebbene non esiste terapia efficace comprovata, recenti studi hanno evidenziato una parziale efficacia della combinazione di rizulolo, minociclina e nimodipina. Restano invece fondamentali le terapie fisiche e occupazionali per mantenere al massimo la forza e l’uso dei muscoli.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'S'

  • Sdoppiamento della personalità
  • Disturbo dissociativo di gravità variabile, caratterizzato dall’esistenza nella stessa persona di due personalità distinte, ognuna con caratteristiche proprie più o meno sviluppate. Tale disturbo dell’identità è in relazione a un’alterazione dei normali processi associativi e integrativi. Alternativamente e per periodi di tempo variabili, ciascuna [...]
  • Sterilizzazione (contaccezione)
  • Atto mediante il quale si priva, perlopiù definitivamente, l’uomo o la donna [...]
  • Soglia di intellezione
  • Livello di intensità sonora al quale un soggetto è in grado di udire distintamente e di ripetere senza errori una lista di parole che gli vengono [...]
  • Salicìlico, àcido
  • Farmaco impiegato come cheratolitico per uso locale. Applicato su zone della pelle in cui si verifichi un processo patologico con eccessiva proliferazione dello [...]
  • Salasso
  • Intervento mediante il quale si sottrae all’organismo una quantità più o meno grande di sangue. Si attua nei casi di edema polmonare acuto da scompenso cardiocircolatorio, di crisi di ipertensione arteriosa, in soggetti affetti [...]
  • Senso cromàtico
  • Capacità di percepire i colori fondamentali, le loro gradazioni [...]
  • Schizofrenìa
  • Psicosi caratterizzata da disgregazione della personalità e deterioramento mentale, alterazioni del pensiero, della percezione, dell’affettività e del comportamento. Le cause della schizofrenìa, non completamente conosciute, implicano diversi fattori tra loro interagenti: ereditari, biologici, psicologici, socio-ambientali, legati alla personalità. Particolare importanza viene attribuita all’ambiente familiare e, in particolare, ad alcune caratteristiche della dinamica familiare: comunicazione disturbata, scarsa definizione dei ruoli, modalità relazionali distorte, ambiguità, contraddittorietà. La sintomatologia della schizofrenìa, dominata essenzialmente dalla dissociazione mentale, cioè dalla frammentazione delle funzioni psichiche, è caratterizzata da: incongruenza e inadeguatezza, autismo, disturbi della personalità, allucinazioni, deliri, disturbi dell’affettività, ambivalenza, disturbi psicomotori, comportamenti stereotipati, manierismi ecc. La schizofrenìa insorge prevalentemente in età giovanile (15-35 anni) e può avere esordio lento e insidioso o, più spesso, acuto. Anche se una rigida classificazione delle sindromi schizofreniche non è possibile, si distinguono quattro quadri sintomatologici caratteristici: schizofrenia simplex, caratterizzata da un [...]
  • Salpingectomìa
  • Asportazione di una o entrambe le salpingi uterine in seguito a processi [...]
  • Stenocàrdico
  • Si dice del dolore delle crisi [...]
  • Scialagoghi
  • Farmaci che aumentano la secrezione salivare. Tra i più potenti figurano: le sostanze emetiche, quali l’apomorfina e l’emetina, e i farmaci colinergici (per esempio, pilocarpina), [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?