Vulva, tumori della. Significato del termine medico 'Vulva, tumori della' presente nel dizionario medico online gratuito.   
Dizionario medico online

Significato termine medico Vulva, tumori della

Tumori che colpiscono la vulva, il più frequente dei quali è il carcinoma vulvare, che si manifesta perlopiù in donne tra i 60 e i 75 anni; il sintomo iniziale, il più delle volte sottovalutato, è il prurito, mentre il dolore compare tardivamente, spesso quando il processo si è già diffuso ai linfonodi. Il carcinoma insorge di frequente in aree già interessate da lesioni di vario tipo (infiammazioni croniche, papillomi benigni, distrofie), per cui bisogna tenere sotto controllo ogni alterazione vulvare, soprattutto dopo la menopausa. La terapia è chirurgica (vulvectomia). Altri tipi di tumori della vulva sono assai rari.Tumori che colpiscono la vulva, il più frequente dei quali è il carcinoma vulvare, che si manifesta perlopiù in donne tra i 60 e i 75



anni; il sintomo iniziale, il più delle volte sottovalutato, è il prurito, mentre il dolore compare tardivamente, spesso quando il processo si è già diffuso ai linfonodi. Il carcinoma insorge di frequente in aree già interessate da lesioni di vario tipo (infiammazioni croniche, papillomi benigni, distrofie), per cui bisogna tenere sotto controllo ogni alterazione vulvare, soprattutto dopo la menopausa. La terapia è chirurgica (vulvectomia). Altri tipi di tumori della vulva sono assai rari.

Commenti

Altri termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'V'

  • Vagotonìa
  • Condizione caratterizzata dalla prevalenza del sistema nervoso parasimpatico; si manifesta con bradicardia, tendenza alle sincopi e all’ansia, [...]
  • Valvulopatìa
  • Alterazione della funzionalità delle valvole cardiache che, per malattie congenite o acquisite, o non si chiudono completamente, per cui il sangue ritorna nella camera da [...]
  • Vaginite
  • Infiammazione della vagina a decorso acuto o cronico. La vaginite desquamativa purulenta si manifesta con arrossamento e turgore della mucosa e con la formazione di essudato purulento; agenti causali possono essere il gonococco, Bacterium coli, Trichomonas vaginalis e alcuni funghi (Monilia, Leptothrix), agenti chimici o termici, stimoli meccanici prolungati. La vaginite enfisematosa è causata da bacilli gasogeni; rara, di facile e spontanea guarigione, può svilupparsi nel periodo della gravidanza o sul terreno di una vaginite cronica; si manifesta con la formazione nel connettivo di vescicole contenenti gas con mucosa sovrastante cianotica e alone rosso. Delle vaginiti [...]
  • Vènula
  • Vena di piccole dimensioni che fa [...]
  • Verme
  • Parte mediana del cervelletto, posta tra [...]
  • Vernice caseosa
  • Materiale grasso inglobante frammenti di cellule epidermiche, di aspetto lucido e di colore bianco-giallastro, che ricopre la cute del feto, proteggendola dalla macerazione da parte del liquido amniotico nella vita intrauterina. Alla nascita una quota di vernice caseosa viene fisiologicamente riassorbita, mentre è necessario asportare la restante con sostanze oleose, altrimenti i lipidi [...]
  • Vista
  • Indice:Il meccanismo della visionesenso che presiede alla percezione delle immagini del mondo esterno. Nell’uomo la vista ha raggiunto un livello di perfezione e di raffinatezza unico tra le specie animali grazie alla capacità di percepire i colori accoppiata alla visione binoculare singola (cioè di cogliere l’aspetto tridimensionale delle immagini).Il meccanismo della visione. Il fenomeno della visione in senso stretto consiste nella ricezione delle radiazioni luminose, nel loro invio al cervello e nella loro interpretazione operata a livello della corteccia cerebrale. L’occhio può raccogliere una gamma ristretta di radiazioni elettromagnetiche (per esempio, non siamo sensibili all’infrarosso o all’ultravioletto: se così fosse, saremmo continuamente “abbagliati”, anche durante le ore notturne). I raggi luminosi compiono un certo percorso prima di giungere a livello della retina, dove avviene il vero e proprio momento di raccolta dei dati e invio ai centri superiori. Il percorso della luce all’interno dell’occhio serve a fare convergere le immagini provenienti dall’esterno in un unico punto, situato a livello della foveola, piccola area retinica della grandezza di mezzo millimetro circa. Questa zona della retina è dotata di un’elevata capacità discriminativa e viene usata in tutte le circostanze in cui è richiesta una visione particolareggiata; essa inoltre ha la peculiare funzione di consentire la percezione dei [...]
  • Vie urinarie
  • L’insieme delle vie escretrici dell’apparato urinario, composte dai bacinetti e dalla [...]
  • Voyeurismo
  • (o scoptofilia), comportamento di coloro per cui osservare persone che si spogliano, o nude, impegnate in attività sessuali, senza ricercare la partecipazione a tali attività, è il metodo privilegiato o addirittura esclusivo per raggiungere l’eccitamento sessuale. [...]
  • Valgismo
  • Modificazione del normale rapporto tra due segmenti scheletrici adiacenti, quando l’asse longitudinale del primo forma con quello del secondo un angolo con il vertice verso l’interno, cioè verso la linea mediana del corpo. Un esempio tipico è dato dalle cosiddette “gambe a X” con flessione della gamba rispetto alla coscia. L’anomalia può essere presente sin dalla nascita oppure essere [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?