Termini medici nel dizionario medico online gratuito che iniziano con la lettera 'N'.   
Dizionario medico online

Termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'N'

  • Nabumetone
  • Farmaco antinfiammatorio della categoria dei FANS. Inibisce la ciclossigenasi-2 in modo [...]
  • NAD
  • Sigla di Nicotinamide-Adenine-Dinucleotide, coenzima accettore di idrogeno che interviene in numerose reazioni [...]
  • Nadololo
  • Farmaco betabloccante non selettivo, l'unico in grado di aumentare il flusso renale, che per la sua lunga emivita permette [...]
  • NADP
  • Sigla di Nicotinamide-Adenine-Dinucleotide Phosphate, coenzima piridinico che si forma dal NAD per addizione di una molecola di acido fosforico a opera dell’ATP. Interviene con meccanismo analogo a quello del NAD [...]
  • Nalidìssico, àcido
  • Farmaco chemioterapico, attivo su una parte dei germi gram-negativi responsabili delle infezioni delle vie urinarie, inattivo o scarsamente attivo sui germi gram-positivi. Agisce come batteriostatico o battericida, a seconda [...]
  • Nalorfina
  • Farmaco antagonista degli oppiacei, usato per contrastare gli avvelenamenti acuti (overdose) da [...]
  • Naloxone
  • Farmaco antagonista degli analgesici stupefacenti oppiacei, privo di proprietà agoniste: a livello del sistema nervoso centrale infatti compete con queste sostanze per il legame con i loro recettori e ne blocca così gli effetti; in particolare, elimina gli effetti deprimenti, influendo meno su quelli stimolanti. Somministrato per via endovenosa, è in grado di risolvere in pochi [...]
  • Naltrexone
  • Farmaco antagonista degli analgesici stupefacenti oppiacei, privo di proprietà agoniste, correlato al naloxone. A differenza di quello, il naltrexone è attivo per via orale, ha lunga durata di azione (24 ore circa), e sembra avere minori effetti collaterali, in particolare per quanto riguarda comportamenti depressivo-aggressivi. Per tali motivi è utile nella disassuefazione degli eroinomani e dei tossicodipendenti in genere: esso blocca infatti gli effetti euforizzanti senza [...]
  • Nanismo
  • Insufficiente sviluppo della statura. Si distinguono nanismi armonici e nanismi disarmonici: nel primo caso si tratta di un deficit di sviluppo tale che il soggetto nell’insieme ha una figura in cui sono mantenute le proporzioni tra le parti; nel secondo caso prevalgono certe strutture su altre. Per estensione talvolta il termine [...]
  • Nanismo ipofisario
  • O nanismo ipopituitarico, forma di nanismo armonico dovuto a carenza dell’ormone somatotropo (STH o GH). Nella maggioranza dei pazienti, la causa resta sconosciuta; in 1/4 dei casi è possibile invece identificare una patologia organica ipotalamica o ipofisaria (soprattutto craniofaringioma, ma anche lesioni iatrogene o secondarie ad adenomi ipofisari, istiocitosi X, tubercolosi). Sono stati inoltre descritti casi di deficit isolato di GH familiare, a prevalente trasmissione autosomica recessiva. Nel nanismo ipofisario sono mantenute le normali proporzioni corporee: lo sviluppo scheletrico infatti avviene in modo proporzionato, ma non adeguato all’età del soggetto, poiché manca il fisiologico stimolo alla crescita dei tessuti, e soprattutto dell’osso, costituito appunto dall’ormone somatotropo. È una patologia rara, da differenziare con diagnosi accurata rispetto ad altre cause di scarso accrescimento, la più frequente delle quali è semplicemente [...]
  • Naprossene
  • Derivato dell'acido propionico appartenente al gruppo dei FANS (Farmaci Antinfiammatori Non Steroidei). Anch'esso, come l'acido acetilsalicilico, inibisce le cicloossigenasi e quindi la sintesi delle prostaglandine, ma in modo molto più potente. La [...]
  • Narcisismo
  • In senso generale, esagerato interesse sul piano psicologico (talvolta anche sessuale) verso di sé. Si parla di narcisismo primario per la fase di sviluppo psichico del bambino caratterizzato dalla concentrazione dell’interesse sul proprio corpo [...]
  • Narcoanàlisi
  • Metodo di indagine psicologica, oggi pressoché abbandonato, in cui il colloquio con il paziente viene eseguito mentre questi è sotto l’effetto di sostanze ipnotiche, che inducono uno stato di rilassamento. L'introduzione endovenosa lenta e controllata di una soluzione all'1% di [...]
  • Narcolessìa
  • Condizione di ipersonnia, la cui causa è sconosciuta: probabilmente alla base vi è una disorganizzazione delle funzioni sonno-veglia. Un tipico esempio di narcolessia si ha nel quadro della sindrome di Gelineau, in cui gli accessi di sonno si alternano ad attacchi brutali di cataplessia (brusche cadute a terra dovute a dissoluzione improvvisa del tono posturale e della motilità volontaria). La narcolessia si presenta come un bisogno improvviso di sonno, che si presenta ad attacchi della durata variabile da pochi secondi a molte ore, in media 10-15 minuti. Spesso la crisi di sonno non [...]
  • Narcosi
  • Sinonimo di [...]
  • Narcoterapìa
  • Sinonimo di cura [...]
  • Narcòtico
  • Sostanza anestetica impiegata per [...]
  • Narice
  • Ciascuno dei due orifizi che, alla base del [...]
  • Nasale, muscolo
  • Muscolo che si trova sulle pareti laterali del naso; contraendosi ne provoca il corrugamento, con restringimento delle narici e abbassamento delle ali nasali. È formato [...]
  • Nasale, setto
  • Lamina osteocartilaginea verticale che separa le due cavità nasali; la parte ossea è formata [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?