Termini medici nel dizionario medico online gratuito che iniziano con la lettera 'R'.   
Dizionario medico online

Termini medici nel dizionario medico che iniziano con la 'R'

  • Rabbia
  • Malattia infettiva causata da un virus della famiglia dei Rhabdovirus; interessa gli animali e occasionalmente anche la specie umana. Si può contrarre con il morso di un animale infetto mediante l’inoculo della saliva, contenente il virus in alta concentrazione. La malattia è diffusa in tutto il mondo e, dopo anni di diminuzione, dal 1972 si è verificata una ripresa dei focolai di rabbia animale con conseguente maggior rischio di rabbia umana. Gli animali responsabili oggi della diffusione della malattia in Italia sono prevalentemente le volpi, che dall’Austria stanno estendendo l’infezione a tutta la fascia alpina. Il virus penetrato con il morso si diffonde lungo i nervi sensitivi e arriva al sistema nervoso centrale, dove determina la morte dei neuroni delle corna posteriori del midollo, del mesencefalo e dei gangli della base. L’incubazione è molto variabile, a seconda della distanza fra il punto del morso e il sistema nervoso centrale, e può durare anche alcuni mesi (mediamente 20-90 giorni). La malattia si manifesta con sintomi da iperstimolazione del sistema nervoso sensitivo (idrofobia, aerofobia, disturbi della deglutizione, [...]
  • Rabdomiosarcoma
  • Tumore maligno della muscolatura striata; costituisce da solo più del 50% di tutti i tumori delle parti molli. Si può presentare in tre forme diverse: rabdomiosarcoma pleiomorfico, che colpisce soprattutto le estremità negli adulti; rabdomiosarcoma alveolare, tipico degli adolescenti e dei giovani, che si localizza ai muscoli del tronco, delle estremità, della regione orbitaria ecc.; rabdomiosarcoma embrionale, che colpisce neonati e bambini, interessa per lo più il [...]
  • Rachialgìa
  • Dolore con sede nella colonna vertebrale, diffuso [...]
  • Rachianestesìa
  • Forma di anestesia periferica, detta più [...]
  • Rachicèntesi
  • (o puntura lombare), estrazione del liquor mediante puntura con ago apposito a livello dello spazio intervertebrale tra la quarta e la quinta vertebra lombare (senza rischio di ledere il midollo, che arriva al margine superiore della seconda vertebra lombare), col soggetto in posizione seduta o in decubito laterale. I suoi scopi principali sono: l’esame del liquor; la valutazione della sua pressione nello spazio subaracnoideo (aumenta in caso di infezione); la valutazione della pervietà dello stesso a livello spinale. Dopo una prima valutazione della pressione del liquor, si invita il paziente a tossire e a compiere uno sforzo e si misura ancora la pressione. Queste due prove, come [...]
  • Ràchide
  • Sinonimo di colonna [...]
  • Rachischisi
  • Sinonimo di spina [...]
  • Rachitismo
  • Malattia dello scheletro dovuta a una carenza di vitamina D o a un insufficiente apporto alimentare di calcio, o alla combinazione dei due fattori. È attualmente una malattia rara. Il deficit di calcio o di vitamina D (la cui funzione è di regolare l’assorbimento intestinale di calcio introdotto con gli alimenti) provoca, per un meccanismo di compenso, la mobilizzazione del calcio contenuto nelle ossa, allo scopo di mantenerne costante la concentrazione nel sangue. Il rachitismo è una malattia tipica dei bambini (nell’adulto prende il nome di osteomalacia) e colpisce quindi individui nella fase di accrescimento. I principali sintomi riguardano lo scheletro e sono dati da deformità e rammollimento delle ossa, rallentamento della crescita staturale, ritardo nell’eruzione dei denti [...]
  • Radarterapìa
  • Fisioterapia che prevede l’impiego di correnti ad alta frequenza e lunghezza d’onda cortissima (vedi anche marconiterapia) per sviluppare calore nei piani tessutali profondi. [...]
  • Radiale, arteria
  • Ramo laterale dell’arteria omerale; transita tra i muscoli anteriori dell’avambraccio per formare al palmo della [...]
  • Radiale, nervo
  • Ramo terminale del plesso brachiale, formato da fibre dei nervi cervicali VI, VII, VIII; attraversa la regione ascellare, percorre [...]
  • Radiale, vena
  • Vaso che prende origine dalla biforcazione della vena omerale alla piega del gomito, e si [...]
  • Radiazioni
  • Emissione e propagazione di energia sotto forma di onde elettromagnetiche e di particelle elementari. Le radiazioni elettromagnetiche sono classificate in base alla loro lunghezza d’onda. Le radiazioni a lunghezza d’onda pari o superiore agli ultravioletti e le particelle elementari elettricamente cariche sono definite radiazioni ionizzanti, perché sono in grado di caricare elettricamente gli atomi (ionizzazione) che incontrano; penetrando nei tessuti dell’organismo alterano l’equilibrio elettrochimico delle cellule, danneggiandole gravemente. Le radiazioni di interesse primario in campo biomedico sono le radiazioni (dette comunemente raggi) X, gamma, alfa, beta. I raggi X sono usati nella diagnostica medica perché sono altamente penetranti ed essendo maggiormente assorbiti dalle ossa, rispetto agli altri tessuti, consentono di ottenere immagini abbastanza ben definite. Inoltre, essendo radiazioni ionizzanti, vengono impiegati in radioterapia dei tumori per distruggere le [...]
  • Radiazioni, danni da
  • Indice:Meccanismo d’azione delle radiazioni ionizzantiEffetti somatici ed effetti geneticieffetti nocivi sui tessuti viventi causati da radiazioni ionizzanti. In particolare, i nuclei delle cellule somatiche e di quelle gonadiche quando vengono attraversati da radiazioni ionizzanti subiscono gravi alterazioni. Le cellule somatiche danneggiate possono anche morire, altrimenti possono sopravvivere alterate senza trasmettere l’alterazione alla discendenza dell’individuo colpito; invece le cellule gonadiche, se sopravvivono alterate, possono trasmettere l’alterazione allo zigote e quindi alla generazione successiva a quella del soggetto colpito.Meccanismo d’azione delle radiazioni ionizzanti. La catena di eventi che porta al danno cellulare ha inizio con l’impatto delle radiazioni ionizzanti in un tessuto; queste infatti portano con sé una scia di atomi e molecole ionizzate o eccitate e cedono man mano parte della propria energia. La cessione di energia per unità di percorso lungo il passaggio è detta trasferimento lineare di energia (LET, dall’inglese Linear Energy Transfer). All’aumentare del LET aumenta l’effetto letale delle radiazioni. L’acqua, come maggior costituente della cellula, gioca un ruolo di primo piano in questi eventi. La ionizzazione di una molecola di acqua produce radicali liberi (H+ e OH-) che hanno breve vita e sono molto reattivi. A seconda del LET della radiazione possono verificarsi due diverse reazioni: i radicali H+ e OH- si ricombinano a formare acqua (LET basso), oppure si ricombinano a formare idrogeno molecolare, molto reattivo, e perossido di idrogeno, cioè acqua ossigenata, prodotto molto ossidante.Effetti somatici ed effetti genetici.Il danno cellulare [...]
  • Radiazioni, sìndrome acuta da
  • Insieme di sintomi con cui si manifesta il danno subito da organi e apparati del corpo quando questo sia stato esposto a radiazioni ionizzanti in un’unica dose massiccia di breve durata (da pochi minuti a poche ore); il danno di organi e apparati è accompagnato da blocco riproduttivo delle cellule maggiormente radiosensibili. In base allo studio di vittime di bombardamenti atomici o [...]
  • Radicali liberi
  • Atomi o molecole prodotti nel corso di reazioni chimiche, che contengono uno o più elettroni spaiati, come il radicale metile e il radicale superossido. Producono lesioni alle membrane cellulari attraverso meccanismi di ossidazione dei costituenti lipidici. Sono ritenuti responsabili dei [...]
  • Radice
  • Termine generico per indicare la parte iniziale di qualche formazione anatomica affondata nei [...]
  • Radici nervose
  • Ciascuno dei due fasci di fibre nervose, l’anteriore e il posteriore, che emergono [...]
  • Radicolare
  • Si dice di ciò che è [...]
  • Radicolectomìa
  • Resezione chirurgica della radice posteriore (sensitiva) di un nervo spinale, che [...]
Seguici
facebook twitter google+ rss
Ricerca termini medici
Seguici su facebook
Questi termini medici li conosci?
Altri dizionari medici
do you network?